#SicuroSuDott: a Reggio Iren e Ciechi per il corretto utilizzo dei monopattini

monopattini_a

Dott, società leader della micromobilità in sharing, insieme ad UICI – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e IREN, lancia la campagna #SicuroSuDott, con lo scopo di informare ed educare i cittadini di Reggio Emilia al corretto utilizzo dei monopattini, nel rispetto di tutti gli utenti della strada.

L’iniziativa dedica particolare attenzione ai pedoni ipo e non vedenti per promuovere una città senza barriere ed una mobilità inclusiva ed accessibile, tematiche da sempre care all’amministrazione comunale reggiana.

“È veramente apprezzabile la sensibilità dimostrata dalla società Dott, che si concretizza in una campagna in collaborazione con Uici e Iren, partner abituali dell’Amministrazione comunale in iniziative di civismo e sostenibilità” – dice Carlotta Bonvicini, Assessora alla Mobilità del Comune di Reggio Emilia – “L’iniziativa unisce e concilia diritti molto importanti nel nostro tempo, quali la sicurezza, la sostenibilità e l’inclusione sociale, partendo dai presupposti che la strada, come ogni spazio pubblico, appartiene e deve essere fruibile da tutti e che il problema non è mai il mezzo ma l’uso che se ne fa. La sfida si vince con l’educazione degli utenti e una buona educazione si può ottenere lavorando insieme, come in questo caso, sulla comunicazione e la prevenzione”.

“Siamo molto fieri di aver collaborato con il Comune, UICI e IREN alla realizzazione di questa campagna volta a responsabilizzare maggiormente i nostri utenti al rispetto di semplici regole con cui non essere di intralcio o pericolo.” – commenta Andrea Giaretta, Regional Manager Southern Europe di Dott – “I nostri mezzi, tanto ecologici quanto moderni, hanno infatti cambiato e migliorato le abitudini di mobilità dei Reggiani, ed è per questo che ci dobbiamo impegnare affinchè vengano usati nel modo più corretto e sicuro possibile.”

“Desideriamo ringraziare Dott per l’attenzione dimostrata e per aver voluto coinvolgere la nostra associazione nella campagna di comunicazione rivolta agli utenti dei monopattini – sottolinea Giovanni Laiolo di UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) – “Siamo convinti che un serio lavoro di sensibilizzazione sia lo strumento migliore per perseguire una mobilità veramente sostenibile, in grado, cioè, di contemperare cura dell’ambiente, comodità per i cittadini, ma anche attenzione per le persone più vulnerabili. Un uso responsabile dei monopattini (e, in particolare, il rispetto delle corrette modalità di parcheggio) può davvero fare la differenza, incidendo sulle possibilità di spostamento, e quindi, in definitiva, sulla vita quotidiana delle persone con disabilità visiva”.

“Siamo lieti di integrare la collaborazione già in essere con Dott a Reggio Emilia con questo progetto di valore” – dichiara Gianluca Bufo, Amministratore Delegato di Iren Mercato – “Una partnership coerente con il nostro posizionamento e con gli obiettivi strategici del Gruppo Iren in tema di transizione ecologica, elettrificazione dei consumi, ma anche di sostegno alle progettualità nei territori in cui operiamo. La campagna #SicuroSuDott rappresenta in questo senso un’iniziativa virtuosa, capace di incentivare una mobilità rispettosa dell’ambiente e, allo stesso tempo, della sicurezza di tutti”.

La campagna #SicuroSuDott

La campagna verrà realizzata prevalentemente sui canali social di Dott, UICI ed Iren: si tratterà di stories su Instagram con foto e video che rappresentano gli errori più comuni degli utenti e come, invece, bisognerebbe comportarsi. La scelta di questi metodi e canali molto giovanili ha l’obiettivo di diffondere messaggi corretti nel modo più efficace possibile, responsabilizzando e coinvolgendo tutta la community digitale direttamente con attività di gaming quali quiz, sondaggi e domande.

I contenuti della campagna sono stati realizzati su particolare spunto di UICI, che ha posto l’attenzione sulle problematiche che impattano maggiormente la mobilità dei pedoni, come ad esempio parcheggiare il monopattino in modo scorretto intralciando il cammino di persone ipo o non vedenti, ma anche di anziani, disabili e bimbi in passeggino.

Per rendere ancora più chiare le regole di utilizzo agli utenti, non appena terminerà la situazione di emergenza pandemica, verranno inoltre organizzati momenti di formazione in presenza sul territorio.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu