Dalla Liguria altra acqua per l’Emilia

fiume Po riva di sabbia siccita drone

La Regione Liguria ha dato il via libera al rilascio aggiuntivo di settecentomila metri cubi di acqua in più dalla diga del Brugneto, destinati in particolare al territorio della provincia di Piacenza: si aggiungeranno ai 2,5 milioni di metri cubi già concessi ogni anno dal disciplinare di concessione in vigore, per un totale di 3,2 milioni di metri cubi complessivi, e serviranno a completare con meno affanno la stagione irrigua e a dare sollievo alla città di Piacenza sul fronte idropotabile.

La richiesta della Regione Emilia-Romagna per far fronte alla crisi idrica, che quest’anno sta mettendo a dura prova le regioni del bacino padano, ha avuto dunque un riscontro favorevole: per questo il presidente della Regione Stefano Bonaccini e l’assessora regionale all’ambiente Irene Priolo hanno voluto ringraziare gli omologhi della Regione Liguria e Marco Bucci, sindaco di Genova e della città metropolitana (nel cui territorio si trova il lago del Brugneto).

Dopo la riunione di approfondimento convocata dalla Regione Emilia-Romagna lo scorso 25 luglio, durante la quale è stata avanzata alla Regione Liguria la richiesta di rilascio di volumi aggiuntivi di acqua dalla diga del Brugneto, Iren ha ipotizzato diversi scenari di precipitazioni attese tra agosto e dicembre: è stato valutato di conseguenza il possibile prelievo extra necessario dal lago del Brugneto e quello che sarà il volume atteso invasato per ogni fine mese, tenendo conto del rilascio supplementare. Secondo i calcoli effettuati in relazione alla situazione attuale, anche rilasciando i 700.000 metri cubi aggiuntivi ai volumi già previsti dal disciplinare di concessione in vigore non sono stati ravvisati possibili problemi all’approvvigionamento idrico della città di Genova fino alla fine dell’anno in corso.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu