Letta, Calenda, Della Vedova: intesa per le politiche. Al Pd 70% candidati, 30% Azione e +Europa

letta_della_calenda

Raggiunto l’accordo tra il segretario del Pd Enrico Letta, il leader di Azione Carlo Calenda e il segretario di +Europa Benedetto Della Vedova, in vista del voto del 25 settembre.

E’ “una proposta vincente e in grado di essere competitiva e alternativa alle destre. Il passo fatto oggi rende la campagna elettorale e le elezioni molto contendibili. Lo abbiamo fatto perchè pensavamo fosse nostro dovere dare agli elettori una alternativa convincente” ha affermato Letta al termine dell’incontro con il leader di Azione, Carlo Calenda, e il segretario di +Europa, Benedetto Della Vedova.
“Questa è un campagna elettorale che si fa con due front runner, Carlo Calenda ed Enrico Letta. Questo non è un centrosinistra ma un centro e sinistra. Abbiamo un obiettivo comune, che non è battere gli altri ma convincere gli italiani che l’Italia merita un destino migliore”. Lo ha detto Bendetto Della Vedova (+E), in conferenza stampa alla Camera. “E’ il lancio di una campagna elettorale che darà grandi soddisfazioni”.

Renzi? “Le porte sono aperte a tutti e io ci ho pensato molto. E’ del tutto evidente che la rottura in questa fase paga quasi sempre dal punto di vista dei numeri, ma non si fa politica per i numeri. Non credo che nessuno abbia mai messo veti dal punto di vista coalizione”, ha detto Calenda.

I seggi. La totalità dei candidati nei collegi uninominali della coalizione verrà suddivisa tra Democratici e Progressisti e Azione/+Europa nella misura del 70% (Partito Democratico) e 30% (+Europa/Azione), scomputando dal totale dei collegi quelli che verranno attribuiti alle altre liste dell’alleanza elettorale.

Questo rapporto verrà applicato alle diverse fasce di collegi che verranno indentificati di comune intesa.Le parti si impegnano a chiedere che il tempo di parola attribuito alla coalizione nelle trasmissioni televisive sia ripartito nelle stesse percentuali applicate ai collegi.

Lo si legge nel testo dell’accordo sottoscritto oggi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu