Piano nazionale di ripresa e resilienza, una task force di esperti per la Provincia di Reggio

task force esperti Pnrr Provincia di Reggio Emilia

Il presidente della Provincia di Reggio Giorgio Zanni ha presentato in videoconferenza ai sindaci dei 42 Comuni reggiani i cinque esperti assegnati dalla Regione Emilia-Romagna a Palazzo Allende per la semplificazione delle procedure comunali e il supporto all’analisi e alla partecipazione ai bandi del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza. La task-force assegnata alla Provincia di Reggio è coordinata da Dario Deveronico (esperto gestionale) ed è formata inoltre da Eva Merloni (esperta in ambito ambientale), Enrico Mari (esperto in edilizia), Giorgio Frau (esperto in materia energetica) e Roberto Santucci (esperto digitale).

Nel quadro dei finanziamenti del Pnrr e del programma nazionale “1000 esperti per la PA”, la Regione ha reclutato 62 professionisti con differenti specializzazioni che potessero aiutare gli enti locali a raggiungere gli obiettivi del piano. A ciascuna Provincia sono stati assegnati cinque esperti che affiancheranno l’ente e i singoli Comuni nell’analisi dei bandi, nella predisposizione delle domande di partecipazione, nel monitoraggio dei finanziamenti e in tutte le altre attività necessarie per la realizzazione dei progetti presentati.

Fino ad oggi, all’interno del Pnrr, in tutta la provincia reggiana sono già stati finanziati 94 progetti, per un valore complessivo di 190 milioni di euro. “Ma molti altri bandi sono previsti nei prossimi mesi e anche qui, come nel resto d’Italia, Comuni e Province saranno chiamati ad affrontare questa grande sfida più o meno con lo stesso personale di sempre”, ha ricordato il presidente Zanni, parlando di “una variabile non secondaria, che richiede uno sforzo di coordinamento, sinergia e organizzazione ulteriore e straordinario da parte di tutti gli enti locali, coordinato in primis dalla Provincia”.

Secondo Zanni “sarà strategico non dissipare energie e cercare di efficientare al massimo la macchina amministrativa per provare a cogliere le irripetibili opportunità del Pnrr, anche riducendo al massimo l’impatto della burocrazia sugli stessi enti locali, oltre che su cittadini e imprese, migliorando processi e procedure amministrative. Da qui la presenza dei cinque esperti, che dovranno supportarci nell’affrontare al meglio criticità e problemi che Provincia e Comuni potranno incontrare lungo questo importante ma non certo semplice percorso”.

La Provincia ha già organizzato incontri operativi che si svolgeranno in ogni Unione dei Comuni tra i sindaci e la squadra di esperti, per dare a questi ultimi la possibilità di conoscere più da vicino il territorio reggiano, gli amministratori locali e le loro esigenze, in modo da poter dare subito il via alla fase di supporto operativo ai Comuni.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu