Obbligo di mascherine in ospedali, case di cura ed Rsa. Donini: “Scelta opportuna, il virus circola ancora”

ospedale infermiere Covid con mascherina

Nei giorni scorsi il Consiglio dei ministri ha deciso di mantenere in vigore l’obbligo (valido sia per il personale che per pazienti e persone in visita) di indossare la mascherina per accedere a ospedali, residenze per anziani e altre strutture sanitarie.

La direzione generale dell’assessorato alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna ha inviato una comunicazione a tutte le aziende sanitarie territoriali e agli altri enti e organismi della sanità pubblica e privata della regione per ricordare che l’obbligatorietà riguarda le strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, le strutture riabilitative e le strutture residenziali per persone anziane (anche non autosufficienti).

Una decisione, quella del governo Meloni, che è stata apprezzata dall’assessore regionale alle politiche per la salute Raffaele Donini: “È una scelta opportuna perché nella lotta alla pandemia siamo sì usciti dalla fase emergenziale, ma il virus circola ancora e quindi è importante continuare a tenere comportamenti prudenti. La mascherina protegge soprattutto i più fragili e i più vulnerabili, come gli anziani e i pazienti ricoverati”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu