Bus è affollato? Te lo dice l’app Roger

bus

Il bus è troppo affollato? L’app Roger ti avverte prima di salire a bordo. A partire dal 1^ novembre gli utenti del servizio di trasporto pubblico urbano gestito da Tper potranno infatti conoscere il livello di riempimento dell’autobus in arrivo alla fermata consultando in modo semplice e intuitivo l’app Roger, l’assistente “virtuale” scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone e già utilizzato da oltre 100mila utenti per acquistare i biglietti e pianificare il proprio percorso su bus e treni.
A partire dal novembre, quindi, l’utente potrà conoscere, interrogando Roger, se l’autobus in arrivo ha un livello di riempimento basso, normale o al limite della capienza dell’80% prevista dal Dpcm, oltre a ricevere informazioni sui tempi di attesa e sulla presenza della pedana d’accesso per persone a mobilità ridotta, come già avviene oggi.

Il funzionamento
Ma come funziona il nuovo servizio? Nella sezione dell’App che consente di conoscere gli arrivi dei bus alla fermata in tempo reale sarà possibile anche visualizzare, accanto ai primi mezzi in arrivo, il livello di passeggeri a bordo: l’immagine di un piccolo autobus stilizzato risulterà colorata di verde, arancione o rosso quando il numero di passeggeri sarà rispettivamente minore di un terzo, minore di due terzi oppure superiore a due terzi di quanto consentito dalle norme attualmente vigenti. Un’informazione preziosa per conoscere la situazione e decidere se salire sul bus o attendere la corsa successiva.

L’applicativo rileva in automatico e in forma assolutamente anonima quanti smartphone con antenna wi-fi sono presenti a bordo di ciascun bus: un algoritmo di natura statistica elabora, quindi, in tempo reale una stima del numero di passeggeri totali, con una precisione che andrà via via crescendo, come hanno dimostrato i test effettuati nel corso di sperimentazione. Oggi la forbice di errore medio è compresa tra 0 e un massimo di 9 passeggeri; un margine che comunque già consente un’alta affidabilità dell’informazione. Il sistema garantisce inoltre l’assoluto anonimato: nessun dato identificativo o personale viene rilevato.

Tempi e copertura del servizio
Il servizio partirà progressivamente per consentire aggiornamenti software e calibrazioni dei dati, sino ad arrivare a fornire indicazioni sull’intera flotta Tper. Da inizio novembre verranno monitorati oltre i 2/3 dei mezzi urbani in circolazione a Bologna; entro la fine del mese di novembre si arriverà alla completa copertura del servizio urbano bolognese. Da dicembre l’App funzionerà anche nella città di Ferrara. Con il nuovo anno, si arriverà a registrare e fornire anche i dati del servizio extraurbano di entrambi i bacini.

Nelle prime settimane di rilascio dell’App, sarà attivato un servizio online per chi ancora non conosce Roger, come supporto informativo e come tutor in caso di particolari esigenze. Nello specifico, nel giorno di avvio ufficiale verranno diffuse tutte le informazioni operative, sia sul sito che su altri canali di comunicazione.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu