Fotografia Europea, il 7 e l’8 maggio a Reggio il secondo weekend di eventi

Fotografia Europea depliant

Con l’inizio di maggio a Reggio entra ancora più nel vivo la diciassettesima edizione di Fotografia Europea, con un weekend che vedrà come assoluto protagonista il circuito Off della manifestazione; senza dimenticare, però, il programma di eventi e visite guidate che darà ai visitatori la possibilità di approfondire differenti aspetti e interessi. Le mostre saranno aperte dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 20.

Sabato 7 maggio, a partire dalle 18, arriva la Notte Off: una serata interamente dedicata al circuito Off, l’evento collettivo e indipendente che arricchisce il festival reggiano con duecento mostre diffuse sparse su tutto il territorio, ospitate in sedi inusuali messe a disposizione da privati cittadini (negozi, librerie, ristoranti, alberghi, atelier, studi professionali, laboratori artigianali e molto altro). In questo modo anche fotografi emergenti e semplici appassionati si sono potuti misurare con il tema di questa edizione: “Un’invincibile estate”, tratto da una frase del grande scrittore francese Albert Camus.

Fotografia Europea, il 7 maggio a Reggio arriva la Notte Off

Dopo il grande successo di pubblico del primo fine settimana, sabato 7 maggio alle 18 è in calendario una visita guidata gratuita – condotta da Anna Orlandelli – alla mostra “Possibile”, allestita ai chiostri di san Domenico. La mostra, frutto della nona edizione di Giovane Fotografia Italiana, è nata da una call dedicata a giovani artisti e artiste under 35 e raccoglie sette ricerche artistiche, diverse tra loro ma capaci di esprimere affinità e tratti comuni proprio alla luce del tema scelto per l’edizione 2022 del festival: quella spinta al cambiamento, alla ricerca del possibile, alimentata da un mix sapiente di azione e immaginario. Per partecipare alla visita guidata non è necessaria la prenotazione.


Domenica 8 maggio, invece, alle 11 al Laboratorio Aperto dei chiostri di San Pietro è in programma l’incontro “Alfabeti. Tra letteratura e arti visive”, con l’artista visiva e scrittrice Sabrina Ragucci in dialogo con il giornalista Michele Smargiassi: un’occasione per approfondire il tema della fotografia tra letteratura e arti visive.


L’appuntamento si inserisce all’interno del nuovo progetto “Welcome stories – Questo albergo è una casa”, promosso dalla Fondazione Palazzo Magnani di Reggio in collaborazione con l’assessorato a cultura, marketing territoriale, turismo e pari opportunità del Comune di Reggio. Nato da un’idea di Piergiorgio Paterlini, che ne è il direttore artistico, il progetto ha le caratteristiche di un festival letterario e prevede di accogliere a Reggio ogni anno tre scrittori o scrittrici per un intero weekend, incontrando il pubblico in diverse occasioni, essendo chiamati a vivere tre giornate in città e pernottando in un albergo che diventerà la loro casa temporanea, nella quale nascerà un racconto lungo che verrà successivamente pubblicato.

Nel pomeriggio di domenica 8 maggio, alle 16, è in programma una visita guidata alle mostre dei chiostri di San Pietro, per approfondire l’interpretazione che gli artisti e le artiste ospiti hanno dato al concept dell’edizione di quest’anno. La partecipazione alla visita guidata è su prenotazione, da effettuare scrivendo una mail a info@palazzomagnani.it; il costo è di 3 euro, comprensivo di visita guidata e biglietto d’ingresso alle mostre allestite ai chiostri di San Pietro.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu