Dalla Regione Emilia-Romagna un milione di euro di ristori ai gestori delle piscine coperte

piscina

Ammontano a un milione di euro i ristori a fondo perduto previsti dalla Regione per i gestori delle piscine “al coperto” dell’Emilia-Romagna, per sostenere una delle attività più colpite dalle limitazioni resesi necessarie per contrastare l’emergenza sanitaria Covid-19.

Le risorse saranno erogate da Unioncamere Emilia-Romagna attraverso un bando al quale potranno partecipare le imprese che gestiscono piscine coperte che nel 2021 abbiano fatto registrare un calo di fatturato superiore al 30% rispetto al 2019, oppure che (indipendentemente dal fatturato) siano attive da una data successiva al primo gennaio 2019. Possono presentare domanda di ristoro esclusivamente le imprese con sede legale o unità locale in Emilia-Romagna, iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio competente a livello territoriale alla data del 23 marzo 2021, ancora attive alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione del contributo e in possesso di uno dei codici Ateco (con valore primario o prevalente) specificati nel bando.

A tutte le imprese ammissibili, ovvero in possesso dei requisiti richiesti, sarà assegnato un contributo massimo forfettario di 3.000 euro. Nel bando sono specificate anche le modalità di assegnazione di eventuali risorse residue, a cui concorreranno solo le imprese che nel 2021 abbiano fatto registrare un calo di fatturato superiore al 30% rispetto al 2019: in questo caso l’assegnazione avverrà in misura proporzionale alla perdita indicata, con un contributo massimo per ciascuna impresa ammessa al ristoro pari a 140.000 euro (anche qualora la perdita effettiva di fatturato sia superiore a tale importo).

Le domande di contributo potranno essere presentate fino a mezzogiorno di mercoledì 3 agosto sulla piattaforma Webtelemaco. Tutte le informazioni sul bando sono disponibili sul sito di Unioncamere Emilia-Romagna.

“È un’ulteriore dimostrazione del nostro impegno a fianco di chi gestisce impianti sportivi in questa stagione sicuramente non facile”, ha commentato il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini: “Sappiamo bene che le piscine, dopo l’emergenza pandemica, stanno soffrendo ora gli effetti del caro-energia: con questi fondi vogliamo aiutare chi, quotidianamente, promuove e rende possibile lo sport di base in Emilia-Romagna, pilastro della nostra società”.

Il bando, ha sottolineato il presidente di Unioncamere Emilia-Romagna Alberto Zambianchi, “vuole dare sostegno alla gestione e alla manutenzione degli impianti natatori, anche polivalenti, il cui utilizzo è stato impedito o limitato dalle disposizioni in materia di accesso alle strutture, ai corsi e alle attività per la pandemia. Il nostro impegno è volto ad accelerare il più possibile i tempi di erogazione dei contributi, ben conoscendo le difficoltà che stanno incontrando queste imprese”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu