Dal consiglio comunale di Modena via libera all’ampliamento dell’autodromo di Marzaglia

Autodromo di Marzaglia Modena pista

Il Comune di Modena ha espresso parere favorevole sul progetto di ampliamento dell’autodromo di Marzaglia, che consentirà lo sviluppo di attività legate alla guida autonoma (in sinergia con il progetto sperimentale Masa) e renderà l’infrastruttura un punto di riferimento nazionale per l’innovazione, la tecnologia e l’implementazione dei veicoli green, elettrici e a idrogeno.

Il consiglio comunale, nella seduta di giovedì 30 giugno, ha approvato la variante agli strumenti urbanistici comunali con il voto favorevole di Partito Democratico, Lega Modena e del consigliere Baldini di Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia; astenuti invece Sinistra per Modena e la consigliera Rossini di Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia, e voto contrario da parte di Europa verde – Verdi e Movimento 5 Stelle (assenti invece Modena sociale, Modena civica e Forza Italia).

La delibera, illustrata dall’assessora comunale all’urbanistica Anna Maria Vandelli, dà il via libera alla realizzazione del progetto proposto dalla società Aerautodromo di Modena spa nell’ambito del provvedimento autorizzatorio unico regionale (Paur), comprensivo di valutazione di impatto ambientale (Via).

L’assemblea ha approvato anche altre due delibere patrimoniali, presentate dall’assessora comunale al patrimonio Anna Maria Lucà Morandi, che consentono di fatto l’estensione del diritto di superficie a favore della società Aerautodromo Modena su un’area limitrofa a quelle già concesse, pari a circa 111 metri quadrati, che era precedentemente in concessione all’Aero Club di Modena nell’ambito dell’intervento di realizzazione dell’aeroporto di Marzaglia.

In particolare è stata recepita la rinuncia di Aero Club e la riconsegna all’amministrazione comunale di una parte delle aree concesse in diritto di superficie nel 1990, ma non più ritenute necessarie. Su quell’area è stata in seguito approvata la costituzione del diritto di superficie a favore di Aerautodromo Modena in aggiunta alle aree già concesse per la realizzazione dell’autodromo e della Global Safety Academy, il centro per la sicurezza nell’uso dei mezzi e delle attrezzature per il commercio, l’industria e l’agricoltura.

L’area di ampliamento del diritto di superficie, a fronte della corresponsione al Comune di un importo di circa 250.000 euro, comprende anche un tratto di 500 metri dell’ex strada vicinale dei Boschi, non più in uso, oltre a un tratto del canale Fossa Ghiarola per 270 metri quadrati complessivi. Il diritto di superficie sulla nuova area, così come su quella già concessa, sarà valido fino al 2062; è rimandata a una futura valutazione la possibilità di prorogare la durata della concessione.

Rispetto al progetto del 2008, non completamente realizzato, l’ampliamento dell’autodromo di Marzaglia prevede: l’allungamento del tracciato del circuito fino a 4.150 metri, con un rettilineo di un chilometro, indispensabile per le esigenze di ricerca delle aziende della Motor Valley per lo sviluppo di veicoli green, elettrici e a idrogeno; la realizzazione di servizi adeguati all’accoglienza del pubblico e degli appassionati, con tribune e visitor center; l’inserimento di nuove strutture, tra le quali i laboratori del Masa (Modena automotive smart area), l’area prova per i veicoli a guida autonoma o assistita, i ponti di collegamento, 1.473 parcheggi e una nuova viabilità, anche ciclabile, con accesso da via dell’Aeroporto per risolvere le criticità relative all’abitato di Marzaglia.

Con un secondo stralcio saranno realizzate sedi espositive, strutture alberghiere e funzioni commerciali (una parte delle quali erano già inserite nel progetto originario, ma non erano mai state realizzate). Sono previsti inoltre interventi di mitigazione ambientale sia in termini di acustica che di rimboschimenti. La Conferenza dei servizi ha infatti integrato il progetto implementando i sistemi di monitoraggio, i sistemi per il contenimento del rumore e di compensazione ambientale, oltre ad aver escluso i grandi eventi nel periodo invernale.

Gli atti del consiglio comunale modenese seguono l’approvazione da parte del consiglio provinciale di Modena della variante al Ptcp, con l’inserimento del comparto all’interno dei poli funzionali e delle dotazioni territoriali: il via libera definitivo all’ampliamento dell’autodromo da parte della Conferenza dei servizi regionale dovrebbe arrivare a luglio.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu