Coronavirus, in Emilia-Romagna scoperti altri 134 casi positivi nelle ultime 24 ore. Un morto a Reggio

coronavirus pronto soccorso

Rispetto alla rilevazione di venerdì, sabato 5 settembre sono stati 134 i nuovi casi positivi al tampone per il coronavirus scoperti in Emilia-Romagna, 72 dei quali sono soggetti asintomatici individuati nell’ambito delle attività regionali di contact tracing e screening. L’età media dei nuovi positivi è di 38 anni. Salgono così a 32.505 i casi di positività complessivamente registrati in regione dall’inizio dell’epidemia a oggi.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: di questi nuovi casi, infatti, 64 riguardano persone già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 63 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 41 i nuovi contagi collegati a vacanze o rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da paesi extra-Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia o Malta. Il numero di casi scoperti al rientro da altre regioni italiane è stato invece pari a 16.

Dei 72 soggetti asintomatici risultati positivi al virus Sars-Cov-2, 41 sono stati individuati attraverso gli screening regionali su particolari categorie di interesse e 31 grazie all’attività di contact tracing.

Per quanto riguarda la ripartizione sul territorio, le province che hanno evidenziato il maggior numero di nuovi casi sono state quelle di Bologna (24), Modena (21), Ravenna (15), Ferrara (14), Parma (11) e Reggio (11), oltre a Forlì (16).

Nel dettaglio, in provincia di Bologna su 24 nuovi positivi 6 sono risultati casi di rientro da altre regioni (4 dalla Sardegna, uno dalla Campania e uno dalla provincia di Bolzano), 5 casi di rientro dall’estero (4 dall’Ucraina e uno dalla Francia), mentre 7 casi sono riconducibili a focolai già noti e 6 sono considerati casi sporadici.

A Modena e provincia, su 21 nuovi positivi, 9 sono stati individuati grazie al tracciamento seguito a casi già noti, in gran parte focolai familiari; 7 sono nuovi casi di rientro dall’estero (3 dalla Spagna, due dal Marocco, uno dall’Ucraina e uno dall’Olanda) e 3 sono casi di rientro da altre regioni (Sardegna, Puglia e Veneto). Gli ultimi due casi sono considerati sporadici.

In provincia di Parma, su 11 nuovi casi sono sei quelli ricollegabili a rientri dall’estero (due dall’Albania, altrettanti dalla Romania, uno dal Marocco e uno dall’India); due casi sono stati individuati grazie al tracciamento, altri due attraverso gli screening sierologici (di cui uno nel settore scolastico), mentre un caso è stato individuato perché sintomatico.

In provincia di Reggio, su 11 nuovi positivi, sono tre i casi di rientro dall’estero (Romania, Ucraina e India); c’è poi un caso di rientro dalla Sardegna, 3 contatti di focolai familiari, tre casi considerati sporadici e un caso legato al focolaio di una discoteca della Riviera romagnola. Tutti i casi sono in isolamento domiciliare.

Nelle ultime 24 ore i tamponi effettuati sono stati 10.066, per un totale complessivo che sale così a quota 952.511 – oltre a 2.663 nuovi test sierologici.

I casi ancora attivi, cioè il numero di malati effettivi, alla data del 5 settembre sono 3.251, ovvero 62 in più rispetto alla rilevazione del giorno precedente. È stato purtroppo registrato un nuovi decesso per Covid-19, in provincia di Reggio: il totale per l’Emilia-Romagna sale dunque a quota 4.464 dall’inizio dell’epidemia.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o che risultano del tutto prive di sintomi, sono complessivamente 3.117 (55 in più rispetto al bollettino del 4 settembre), pari a circa il 95% dei casi attivi. Sono scesi a dodici i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva della regione (uno in meno rispetto all’aggiornamento precedente), mentre sono saliti a 122 quelli ricoverati negli altri reparti Covid del territorio regionale (otto in più rispetto alla rilevazione precedente).

I guariti nel frattempo sono saliti a quota 24.790 (71 in più rispetto al bollettino del giorno precedente): 14 di questi sono “clinicamente guariti”, cioè soggetti divenuti asintomatici dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate al Covid-19, mentre sono 24.776 le persone dichiarate guarite a tutti gli effetti dopo essere risultate negative a due tamponi consecutivi.

I casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata perfezionata la diagnosi, sono stati finora così distribuiti (tra parentesi le variazioni rispetto al giorno precedente): 4.847 in provincia di Piacenza (+2, di cui un sintomatico), 4.007 in quella di Parma (+11, di cui due sintomatici), 5.432 in quella di Reggio Emilia (+11, di cui 7 sintomatici), 4.508 in provincia di Modena (+21, di cui 8 sintomatici), 5.780 in quella di Bologna (+24, di cui 17 sintomatici), 519 casi a Imola (+5, di cui un sintomatico), 1.264 in provincia di Ferrara (+14, di cui 7 sintomatici), 1.502 in quella di Ravenna (+15, di cui 6 sintomatici), 1.195 a Forlì (+16, di cui 7 sintomatici), 1.000 a Cesena (+9, di cui 4 sintomatici) e 2.451 in provincia di Rimini (+6, di cui due sintomatici).



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu