Castelnovo Sotto. Rapina brutale a minore: pugni, morsi al volto e spari in aria, in carcere un 19enne

carabinieri

Una rapina brutale, con pugni e morsi al volto, le dita infilate negli occhi, fino a spari intimidatori in aria con una pistola allo scopo di appropriarsi di un bottino alquanto misero, composto da una tessera sanitaria, una carta di credito ricaricabile e una sigaretta elettronica. La pistola, probabilmente a salve, era stata pure puntata alla tempia della giovane vittima, un ragazzo non ancora maggiorenne.

L’episodio era accaduto alla fine del mese di agosto del 2021 in via Prato Bovino del comune di Castelnovo Sotto. I genitori della giovanissima vittima si erano presentati in caserma a Castelnovo Sotto per sporgere denuncia. Le indagini dei carabinieri avevano portato a identificare il responsabile in un giovanissimo reggiano, denunciato per lesioni personali aggravate e rapina. Per questi fatti nell’ottobre dello stesso anno il giudice del Tribunale di Reggio Emilia, accogliendo le richieste della Procura reggiana diretta dal Procuratore Calogero Gaetano Paci ha disposto gli arresti domiciliari, eseguiti i 9 ottobre del 2021 dai carabinieri di Castelnovo Sotto che arrestarono il responsabile.

La notte del 30 agosto l’odierno 19enne, all’epoca neo 18enne, ha spinto a terra la vittima, rimasta in preda alla violenza dell’aggressore. Il minorenne era poi ricorso alle cure ospedaliere, per traumi guaribili in almeno un mese.

Ora la parola fine su quest’episodio. Innfatti il 19enne il 3 maggio scorso è stato condannato a 2 anni di reclusione nonché alla multa di 1.400 euro. La condanna divenuta esecutiva il 20 giugno scorso ha visto l’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia emettere il provvedimento di esecuzione per la carcerazione del 19enne che è stato trasmesso per l’esecuzione ai carabinieri della Stazione di Castelnovo Sotto dove il giovane era in regime di arresti domiciliari.

Ricevuto il provvedimento i carabinieri castelnovesi vi davano esecuzione conducendo il giovane in carcere dove. detratto il periodo pre-sofferto in custodia cautelare vi rimarrà sino all’8 ottobre del 2023.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu