Casa Cervi celebra il Giorno della Memoria

casa_cervi

Il 27 gennaio del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz, luogo simbolo dell’Olocausto, uno dei crimini più efferati dell’umanità. Nel 2005, sessant’anni dopo, venne istituito il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale voluta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime della Shoah.

Come ogni anno, anche Casa Cervi celebra questa ricorrenza fondamentale, con contenuti multimediali che verranno caricati tra il 25 e il 31 gennaio 2021 sul sito www.istitutocervi.it e sui canali social: interventi di esperti, recensioni di libri e letture che hanno ispirato grandi film. La celebrazione di Casa Cervi è compresa nella rassegna di iniziative del portale del Comune di Reggio Emilia. Attraverso le arti, le testimonianze dei sopravvissuti e la letteratura l’Istituto Alcide Cervi vuole contribuire alla Memoria di un passato comune doloroso e impossibile da perdonare, una ferita ancora aperta che deve essere tramandata alle nuove generazioni affinché non cada mai nell’oblio. Per usare le parole di Liliana Segre, ex deportata e senatrice a vita della Repubblica Italiana: «Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare».

Il progetto è stato ideato da Morena Vannini, responsabile della Biblioteca Cervi e della Biblioteca per Ragazzi “il Mappamondo”, da Michele Alinovi, responsabile della comunicazione dell’Istituto Alcide Cervi, e da Melissa Spadacini. Si ringraziano per le letture: Eleonora Taglia, Elisa Fabbi, Roberto Bertozzi.

Programma
Nel corso della settimana vengono caricati video e contenuti di tre tipologie. Non si poteva non partire dalle testimonianze di chi ha vissuto quel periodo: ex partigiani o ebrei e perseguitati durante il Fascismo, che hanno raccontato la loro storia per il progetto Memorieincammino (www.memorieincammino.it). Lidia Menapace, scomparsa di recente, Franca Polacco, Olga Neerman, Elena Ottolenghi e Aldo Izzo.

Il secondo ciclo di video è intitolato Parole e fotogrammi della Shoah: saranno letti alcuni brani di romanzi a tema da cui sono stati tratti celebri film: Il Pianista, Arrivederci ragazzi, Ogni cosa è illuminata e Un sacchetto di biglie.

Infine, per la serie Voci autorevoli raccontano e leggono la Shoah, sono stati coinvolti professori ed esperti del tema: Frediano Sessi, scrittore, saggista e docente al Master di Didattica della Shoah, legge e commenta il suo nuovo libro Auschwitz. Storia e memorie; Rita Soncini, docente di lettere e storia, legge e commenta alcuni scritti di Liliana Segre; Alberto Cavaglioni, scrittore, saggista e docente in storia dell’ebraismo, legge e commenta Il gioco dei regni, di Clara Sereni.

In occasione del Giorno della Memoria è in uscita anche il video Le pagelle di Elena Ottolenghi, per la serie Impariamo a leggere le fonti storiche, ideata da Gabriella Gotti e Eleonora Taglia e realizzata da Andrea Favia.

Tutti i contenuti saranno condivisi sul sito e sui canali dell’Istituto Alcide Cervi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu