Bilancio e fondi Pnrr, +Europa: Reggio è pronta a cogliere la sfida?

piueuropa

Scrive in una nota il coordinatore di +Europa a Reggio Emilia, Gian Pietro Campani: “L’avvenuta approvazione del bilancio pluriennale del comune di Reggio Emilia, con il corposo piano degli investimenti, alimentato dai fondi Pnrr, consentirà alle infrastrutture cittadine un salto qualitativo enorme e irripetibile.

I progetti finanziati con fondi derivanti dal Pnrr interesseranno tutti i Comuni della Provincia e alcuni di questi, coinvolgeranno più territori comunali.

+Europa Re si chiede se tutto ciò si sia svolto sotto l’egida di una regia istituzionale che abbia tenuto in debito conto delle priorità, dei tempi e delle modalità realizzative, al fine di ottimizzare e cogliere appieno ogni vantaggio per la collettività.

Considerando che questo piano degli investimenti va ben oltre il mandato dei sindaci e del presidente della Provincia il cui ente immagino sia stato coinvolto per la valenza extra comunale delle opere finanziate, +Europa si chiede se non sia il caso di fornire a tutta la materia, oltre alla citata regia istituzionale, anche una necessaria garanzia di continuità politica.

Altri interrogativi meritano una attenta riflessione: i soggetti attuatori presenti nella nostra Provincia, si sono attrezzati e sono in grado di fornire la loro opera con potenzialità adeguate e nei tempi stretti previsti? +Europa si chiede più in generale, se si ritiene che l’attuale Codice Degli Appalti, nelle mutate condizioni di mercato, riuscirà a dare concretezza a questo ambizioso piano di ammodernamento.
Tutti interrogativi che meritano risposte dagli amministratori in campo e anche dalla politica”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu