Dalle 19 sciopero dei benzinai, anche i self

benzinai_autostrada

La presidenza nazionale Faib Confesercenti, riunita d’urgenza, a seguito dell’incontro con il ministro Urso, ha valutato e ritenuto positive le aperture presentate e già formalizzate con un emendamento al decreto legge e ha deciso di ridurre a un solo giorno la mobilitazione. La decisione verrà presentata alla riunione di coordinamento con le altre sigle nella mattina di mercoledì 25 gennaio.

“Troppo poco e troppo tardi per revocare lo sciopero” che quindi “rimane confermato”. Così in una nota i presidenti di Fegica e Figisc/Anisa spiegando che “il tentativo in extremis fatto dal ministro Urso, peraltro apprezzato, non riesce ad intervenire con la necessaria concretezza”.

I gestori degli impianti di carburanti sono stati convocati al ministero delle Imprese e del Made in Italy, a poche ore dall’inizio dello sciopero di 48 ore che scatta alle 19 di martedì 24 nel tentativo di scongiurarlo. Faib, Fegica e Figisc-Anisa avevano deciso la chiusura per protestare contro le misure del decreto Trasparenza sui prezzi dei carburanti. Uno stop confermato anche dopo l’appello del ministro Urso. Lunedì la premier Meloni aveva detto che indietro non si torna.

Lo sciopero dei benzinai è annunciato dalle, compresi i self service.

Sulle autostrade si parte invece alle 22 di martedì 24.

Lo sciopero è indetto da Faib, Fegica e Figisc/Anisa “per protestare – scrivono – contro la vergognosa campagna diffamatoria verso la categoria e gli inefficaci provvedimenti del governo che continuano a penalizzare i gestori senza tutelare i consumatori. Per scongiurare nuovi aumenti del costo dei carburanti”.

In Emilia-Romagna, questi gli impianti che nella regione devono garantire il servizio per tutta la durata dello sciopero, che andrà esattamente dalle ore 19 di martedì 24 gennaio alle 7 di venerdì 27 gennaio.

Autostrada A1.
– Da Milano a Napoli Area di servizio Arda Ovest, km 73; Area di servizio Cantagallo Ovest, km 199.
– Da Napoli a Milano Area di servizio Cantagallo Est, km 199; Area di servizio Arda Est, km 73.

Autostrada A13.
– Da Bologna a Padova Area di servizio Castel Bentivoglio Est, km 11.
– Da Padova a Bologna Area di servizio Castel Bentivoglio Ovest, km 11.

Autostrada A14.
– Da Bologna a Taranto Area di servizio La Pioppa Ovest, km 2; Area di servizio Santerno Ovest, km 59; Area di servizio Montefeltro Ovest, km 133.
– Da Taranto a Bologna Area di servizio Bevano Est, km 89; Area di servizio Sillaro Est, km 37.

Autostrada A15.
– Da Parma a La Spezia Area di servizio Medesano Ovest, km 15.
– Da La Spezia a Parma Area di servizio Tugo Est, km 54.

Autostrada A22.
– da Modena a Brennero Area di servizio Campogalliano Est, km 309.

Dal canto suo il presidente del Consiglio Giorgia Meloni di fronte alla protesta aveva detto: “Li abbiamo convocati già due volte, il governo non ha mai immaginato provvedimenti per additare la categoria dei benzinai ma per riconoscere il valore dei tanti onesti. Poi, la media del prezzo non diceva che erano alle stelle. Sono state molto poche le speculazioni. Ma non potevamo tornare indietro su un provvedimento che è giusto prendere, pubblicare il prezzo medio è di buon senso. Su altro siamo andati incontro. Nessuno vuole colpire la categoria”, ha concluso la premier.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu