A Modena un murale per raccontare l’eccidio delle Fonderie del 9 gennaio 1950

Simone Ferrarini Collettivo FX Carlo Creamaschi 9 gennaio oggi

In questo 2022 il progetto “9 gennaio, oggi” riparte con un murale – ideato attraverso un percorso partecipato tra cittadinanza attiva, memoria e arte – per raccontare l’eccidio delle Fonderie Riunite di Modena.

L’opera, che sarà realizzata dal Collettivo Fx a poche settimane dalla commemorazione per il 72° anniversario della strage, intende ricordare i sei operai che persero la vita sotto il fuoco della polizia durante lo sciopero generale proclamato dalla Camera confederale del lavoro di Modena il 9 gennaio del 1950 per protestare contro i licenziamenti decisi dalla direzione aziendale. Quel giorno gli agenti spararono contro i manifestanti: morirono Angelo Appiani, Renzo Bersani, Arturo Chiappelli, Ennio Garagnani, Arturo Malagoli e Roberto Rovatti, mentre altre 200 persone rimasero ferite.

Tra gennaio e marzo sono in programma diversi appuntamenti per portare avanti una riflessione collettiva e partecipata sulla tragica vicenda, attraverso approfondimenti e azioni di arte pubblica che coinvolgeranno associazioni, istituzioni e università. Partendo dall’eccidio delle ex Fonderie si svilupperanno percorsi su memoria, futuro, diritti, lavoro, rigenerazione urbana, arte pubblica e cittadinanza attiva.

Venerdì 21 gennaio, alle 11, presso il Dipartimento di studi linguistici e culturali dell’Università di Modena si terrà un approfondimento tra storia e memoria sui fatti del 9 gennaio 1950.

Sabato 22 gennaio, alle 15.30, è in programma invece la replica (dopo quello del 9 gennaio scorso) del trekking storico nel quartiere, in collaborazione con l’Istituto Storico di Modena: una camminata di circa due ore nei luoghi della memoria – con partenza da strada Albareto (ex podere Transilvania) – insieme a storici, artisti e testimoni degli eventi, per una rivisitazione del percorso didattico proposto nelle scuole modenesi da Arci Modena con il Multicentro Educativo Memo.

Mercoledì 16 febbraio alle 18, infine, allo Spazio Nuovo (viale IV novembre 40/B) ci sarà un incontro pubblico per raccogliere idee e riflessioni per l’ideazione del murales, che sarà poi realizzato sui pilastri che sostengono il cavalcavia, in strada Ciro Menotti, a metà marzo. Per partecipare è necessario scrivere una mail all’indirizzo 9gennaio.oggi@gmail.com specificando a quale o quali eventi si vuole aderire.

“9 gennaio, oggi” è un progetto curato da Arci Modena, Collettivo Fx, Cgil Modena, Modena Sobborghi, Città Futura, Vibra Club, Lo Spazio Nuovo, Attivazioni e Dipartimento di studi linguistici e culturali di Unimore con il sostegno della Fondazione di Modena e con il patrocinio del Comune di Modena.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu