A Ferrara si punta a fiumi più puliti con le barriere “acchiappa plastica”

progetto acchiappa plastica Ferrara

Ha preso il via da Ferrara il progetto pilota per sperimentare un nuovo metodo di pulizia dei corsi d’acqua, basato su un sistema di barriere galleggianti “acchiappa plastica” che è stato installato in due punti della città estense: sul Po di Volano, nei pressi della Darsena City, e a valle del ponte di San Giorgio, in centro.

Il progetto, già realizzato con successo sul fiume Po dall’Autorità di bacino distrettuale, consente di intercettare i rifiuti galleggianti grazie a un dispositivo di raccolta selettiva all’avanguardia, composto da barriere flottanti in polietilene e che non interferisce con la fauna e la flora del corso d’acqua sul quale viene installato. Attraverso un natante dotato di cestello è possibile intercettare pezzi di plastica galleggianti e altri rifiuti trasportati dall’acqua, che vengono poi raccolti in grandi sacchi portati nei siti di conferimento per lo smaltimento.

La sperimentazione, che durerà un anno ed è stata finanziata dalla Regione Emilia-Romagna con 200.000 euro, “rientra tra le azioni della strategia per ridurre le plastiche usa e getta, colonna portante del nuovo Piano regionale per la gestione dei rifiuti”, ha sottolineato l’assessora regionale all’ambiente Irene Priolo. Il tutto “attraverso una modalità d’intervento innovativa e all’insegna della sostenibilità, capace di agire a 360° per la protezione e la tutela dell’ambiente”.

Accanto al progetto in questione, in capo all’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile, nel giro di poche settimane sul territorio provinciale ferrarese è pronto a partire anche un intervento straordinario di pulizia degli argini e delle sponde di numerosi corsi d’acqua, per un investimento di altri 100.000 euro. L’obiettivo è quello di rimuovere ogni genere di rifiuto abbandonato: ingombranti, materiali plastici o ferrosi, componenti di autoveicoli, pneumatici e amianto. La durata delle operazioni è stata fissata in dodici mesi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu