A Brescello la scuola in golena

golena_02

Da questo mese di giugno è online scuolaingolena.it, il sito dedicato all’esperienza educativa che la scuola comunale dell’infanzia Soliani Scutellari e il nido d’infanzia comunale C. Zanti di Brescello portano avanti, da diversi anni, nella vicina golena.

Scuolaingolena.it racconta con immagini, video, voci e parole un ricco patrimonio di esperienze, riflessioni ed emozioni costruite e vissute insieme da bambine e bambini e adulti, nell’ambito di un progetto di scuola open air realizzato dall’Azienda Speciale Bassa Reggiana che gestisce i servizi educativi 0-6 anni dell’Unione dei Comuni in tutto il distretto.

Uno strumento online pensato per “aprire” ulteriormente i confini della golena di Brescello agli educatori che vorranno indagare su progetti innovativi di didattica all’aperto, alle famiglie e a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di educazione e cercano stimoli, anche formativi, sulla relazione tra scuola, infanzia e natura.

L’esperienza di Brescello: un modello per la scuola del presente e del futuro

La scuola comunale dell’infanzia Soliani Scutellari di Brescello da diversi anni ha scelto di valorizzare la relazione natura-bambino, proponendo a tutte le sezioni di uscire in modo continuativo durante l’intero l’anno, almeno un giorno a settimana, nel luogo naturale e pubblico più rappresentativo del nostro territorio: la golena.

Dal 2012, dunque, insegnanti ed educatrici, coordinate dalla pedagogista di riferimento, nell’ambito delle proposte didattico-pedagogiche hanno introdotto nuove attività in golena, proponendole con regolarità e dandovi via via sempre maggiore spazio, con il contributo formativo di numerosi esperti e il coinvolgimento delle famiglie. Ne è scaturito un patrimonio di esperienze che nel tempo ha convinto sempre di più sulla validità di questa scelta, anche se all’inizio ha comportato non poco impegno e qualche timore e cautela. Tuttavia mai come oggi questo progetto si è rivelato utile, per non dire indispensabile, dando vita ad una pedagogia della ricchezza educativa, dell’inclusione, delle scoperte e delle sfide.

“In un momento storico così complesso, in cui il mondo intero si trova ad affrontare la sfida enorme di attrezzare la scuola ad una nuova forma di didattica, che tenga conto delle recenti restrizioni in tema di distanziamento sociale e degli standard di sicurezza necessari, l’esperienza di Brescello diventa oggi paradigmatica” afferma Camilla Verona, presidente dell’Unione Bassa Reggiana.

“L’educazione all’aperto – aggiunge Verona – è un’esperienza fondamentale per lo sviluppo di numerosi apprendimenti, specialmente nella prima infanzia. Aprire gli edifici scolastici e favorire il contatto dei bambini con la natura è diventata ora una necessità ma nei nostri servizi educativi 0-6 anni è un’attività già consolidata da anni, che andremo ad intensificare ulteriormente”.

“La nostra partecipazione a progetti europei e gli scambi con le realtà scolastiche del nord Europa – spiega la pedagogista Alessandra Ferrari – sono stati per noi riferimenti importanti, a partire dai quali è nata la curiosità per una didattica nella natura e la consapevolezza che tale proposta fosse realizzabile. A guidare le nostre esperienze, insieme alla ricerca e alla formazione continue, sono state la ricchezza e la varietà del contesto naturale e paesaggistico in cui viviamo. Oggi abbiamo alle spalle diversi anni di attività, collaborazioni importanti con università e istituzioni, molti premi e riconoscimenti a livello internazionale, e desideriamo poter condividere e confrontarci su questa esperienza nella maniera più ampia possibile, anche attraverso il nuovo sito scuolaingolena.it”.

Con l’apertura del portale, sono state attivate anche una pagina Instagram e una pagina Facebook, entrambe dal titolo scuolaingolena, per poter seguire, attraverso i social, tutte le novità del sito.

Facebook: https://www.facebook.com/scuolaingolena/

Sito: https://www.scuolaingolena.it/it_it/



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu