Torna il Modena ViaEmilia docfest

3 – Nino Migliori. Viaggio intorno alla mia stanza

Da giovedì 10 novembre, al cinema Astra, la 13ª edizione del festival con proiezioni e incontri con registi. Tra gli ospiti Elisabetta Sgarbi, Matteo Parisini, Daniele Gaglianone
I documentari più belli, incontri con registe e registi, dibattiti e presentazioni e il concorso online che premia le opere migliori realizzate dalle scuole di cinema italiane e internazionali. Torna, giovedì 10 novembre, il Modena Viaemili@docfest, il festival del cinema del reale giunto alla tredicesima edizione, che fino a domenica 13 novembre sarà al cinema Astra di Modena con un programma ricco di appuntamenti a ingresso libero e gratuito.

L’edizione 2022 del Festival è stata presentata questa mattina, martedì 8 novembre, con una conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Comunale alla quale sono intervenuti Andrea Bortolamasi, assessore alla Cultura del Comune di Modena; Anna Lisa Lamazzi, presidente Arci Modena; Roberto Roversi, direttore artistico del festival e presidente Ucca; Daniele De Luigi, curatore Fmav.

Il festival, organizzato per giornate tematiche, affronterà attraverso il linguaggio cinematografico alcuni dei temi centrali del dibattito pubblico: come spiega Roberto Roversi, direttore artistico del Festival e presidente di Ucca (Unione circoli cinematografici Arci) “se consideriamo il cinema del reale come un corpo a corpo tra chi filma e chi viene filmato, capiamo quanto entrare in una sala, sedersi, mettersi in ascolto, guardare lo schermo, sia un esercizio di analisi del contemporaneo, un tentativo di comprendere la società in cui viviamo. Il cinema – prosegue – torna a essere luogo di incontro, confronto, conoscenza. E il nostro festival luogo di scoperta e sperimentazioni. Senza paura, con la voglia di superare i confini”.

La serata di apertura del festival, giovedì 10 novembre, è realizzata in collaborazione con Fmav-Fondazione Modena Arti Visive e sarà dedicata a due grandi fotografi: “Nino Migliori, viaggio intorno alla mia stanza” della regista Elisabetta Sgarbi e “Infinito – L’Universo di Luigi Ghirri” di Matteo Parisini, che saranno in sala per dialogare con il giornalista Michele Smargiassi insieme ad alcuni dei protagonisti, tra i quali lo stesso Nino Migliori.

Venerdì 11, spazio al tema della salute mentale con il concorso internazionale di cortometraggi Meglio Matti che Corti e alcune delle opere più interessanti uscite nell’ultimo anno: “La timidezza delle chiome” di Valentina Bertani, “Un nemico invisibile” di Federico Savonitto e Riccardo Campagna, “Spartivento” di Marco Piccarreda e “Dentrorsa” di Chiara Rigione.

Sabato 12 novembre, la presentazione del catalogo L’Italia che non si vede di Ucca e le premiazioni del concorso online. Durante la giornata sono in programma le proiezioni di “30 anni di cinema Ponticelli” di Isabella Mari, “Rosso di sera” di Emanuele Mengotti e un focus su avvenimenti storici: l’anteprima del documentario “9 gennaio, oggi” di Andrea Nocetti che racconta il percorso di riflessione fatto negli ultimi anni sull’Eccidio delle Fonderie di Modena e “Se fate i bravi” di Stefano Collizzolli e Daniele Gaglianone, il diario delle giornate di Genova 2001.

Domenica 13, infine, spazio al dialogo tra fumetti e cinema con il collettivo di Matite, Eliana Albertini e Fulvio Risuleo e la proiezione di “Satoshi Kon: The Illusionist” di Pascal-Alex Vincent e di “Kristos – l’ultimo bambino” di Giulia Amati.

Giovedì 24 novembre alla Sala Truffaut di Modena arriva l’evento post-Viaemili@docfest, con la proiezione, alle 18.20, del film “The Matchmaker” di Benedetta Argentieri che racconta il percorso fatto dalla regista, giornalista e filmaker alla ricerca di Tooba Bashir Gondal, nota reclutatrice di giovani spose per i combattenti islamici attraverso la propaganda su twitter. La serata è promossa da Associazione Circuito Cinema e Sala Truffaut in collaborazione con la Rete degli spettatori.

Il festival è promosso da Comune di Modena, Regione Emilia Romagna, Arci Modena, Ucca, Emilia Romagna Film Commission, D.E.R, Ennesimo Film Festival, Cinema Astra, Sala Truffaut, Natura Fragile con il sostegno della Fondazione di Modena e in collaborazione con Fmav-Fondazione Modena Arti Visive, Istituto Storico di Modena, Juta Stereobar, Città Futura, Rete degli spettatori, Cgil Modena, Màt – Settimana della Salute Mentale, Ribalta Experimental Film Festival, Future Film Festival, Modena Sobborghi.

Per tutta la durata del festival sarà aperto il bar a cura di Juta Stereobar e sarà possibile visitare la mostra “Natura Fragile”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu