Reggio. Sospesi per 1 anno tre poliziotti della questura accusati di falso e depistaggio

polizia_squadra_mobile

Tre agenti di polizia delle volanti in forza alla questura di Reggio Emilia sono stati sospesi dal servizio per il tempo di un anno dopo essere stati oggetto di una misura cautelare di interdizione richiesta dalla procura e poi applicata dal gip. Si tratta di due uomini e una donna che sono stati sospesi da ogni incarico con effetto immediato anche dal questore Giuseppe Ferrari.

L’indagine sarebbe partita dall’arresto avvenuto nello scorso aprile di 2 cittadini gambiani che gli agenti coinvolti avevano portato a termine per alcune rapine ai danni di passanti nella zona della stazione di piazzale Marconi. In seguito era giunta la segnalazione e la Squadra mobile aveva iniziato l’indagine interna.

Il 25 novembre infine la decisione del gip del tribunale di Reggio Emilia su richiesta della procura, come evidenziato dal procuratore capo Marco Mescolini vista “la sussistenza di gravi indizi nei confronti dei tre agenti in merito ai reati di falso in atto pubblico e depistaggio”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu