Reggio. Molti anziani in coda alle Fiere per il vaccino: scontento per il freddo e l’assembramento

20210407_104316

Questa mattina di mercoledì 7 aprile, quando erano circa le 11, all’Ente Fiera di Mancasale (zona industriale di Reggio Emilia) si è sviluppata una notevole fila che è sfociata anche in assembramento all’ingresso del padiglione fieristico, dove centinaia di reggiani si sono incolonnati in attesa del loro turno per fare il vaccino.

Molte persone, di età compresa tra gli 80 e i 90 anni, non tutti autosufficienti, bloccati nel serpentone all’ingresso, hanno manifestato qualche disagio e un po’ di insofferenza per la lentezza della fila, anche perché la giornata è ancora scadenzata da un clima rigido e battuto da un vento freddo.

Sull’argomento si è espresso in una nota anche il parlamentare reggiano di Fratelli d’Italia, Gianluca Vinci: “Questa mattina, e non è la prima volta, c’è una ressa all’ex ente fiera di Reggio, decine e decine di cittadini che attendono ammucchiati di fare il vaccino, tutto questo quando Governo, Governatore e Sindaco continuano ad imporre, agli altri, il distanziamento e a chiudere attività, facendo operazioni con le Forze dell’Ordine, soprattutto locali, per sanzionare attività e cittadini che non rispettano le norme sul distanziamento, una presa in giro per i cittadini che sono stati obbligati a stare chiusi in casa nei giorni scorsi e per tutti quelli che sono stati multati perché troppo vicino a qualche parente o amico, poi si assiste a certe scene, indegne, c’è solo una parola, vergogna e sarebbe bello che qualche pattuglia della Polizia Municipale di Reggio andasse a controllare, ora, non a vaccinazioni concluse.
Il Sindaco è il primo che dovrebbe attivarsi per controllare che certe scene non si verifichino, ma se l’assembramento è creato da enti pubblici magari non interessa così tanto, per noi la salute e le regole vanno applicate a tutti, comprese le sanzioni per chi ha sbagliato!”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu