Reggio. Eboli (FdI): in agosto chiesi solitario le dimissioni di Mescolini

Marco Eboli Fratelli d’Italia

Scrive in una nota il portavoce di Fratelli d’Italia nel comune di Reggio Emilia Marco Eboli: “La notizia che la prima commissione del CSM, all’unanimità, ha deciso di inoltrare al plenum dell’organo di autogoverno della magistratura la decisione di trasferimento per incompatibilità ambientale del Procuratore capo di Reggio Emilia Marco Mescolini è una decisione pesante. Il 14 agosto scorso inviai, tramite stampa, al Dott Mescolini l’invito a prendere in considerazione le dimissioni.

La mia richiesta nasceva dalla lettura delle intercettazioni tra lui e l’ex giudice Palamara, dal fatto che in occasione del ballottaggio alle elezioni comunali lui non rese noto un secondo filone di indagati tra i dirigenti del Comune, e che solo ad elezioni vinte dal Sindaco Vecchi(PD), lo rese noto con una conferenza stampa durante la quale si giustifico ‘ dicendo che non aveva reso noto il nome dei nuovi indagati “per non turbare l’ esito del voto”. Alla mia lettera aperta, che ebbe ampio risalto sulla stampa, replicò con un laconico comunicato stampa che non rispondeva ai quesiti posti. Il PD si schierò a sua difesa, tra i quali l’attuale capogruppo del PD alla Camera, ed ex Sindaco, Delrio e l’attuale Sindaco Vecchi,suscitando una interrogazione parlamentare dell’amico Galeazzo Bignami di Fdi. Nel mese di settembre si ebbe poi notizia di un esposto al CSM di 4 sostituti procuratori su 9 che compongono la nostra Procura. Ora la parole fine a questa vicenda è nelle mani del plenum del CSM.

L’auspicio che formulo, da cittadino, è che la decisione giunga al più presto, per restituire serenità agli operatori di giustizia ed ai cittadini che quando entrano in una aula di Tribunale devono essere certi che la scritta “La legge è uguale per tutti”, sia la realta”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu