Poviglio. Investe un capriolo, si allontana senza avvertire: contestata omissione di soccorso

controlli polizia municipale PLB

Nel fine settimana scorso la pattuglia del Nucleo Benessere Animali della Polizia Locale Bassa Reggiana è intervenuta sulla Strada della Val d’Enza nel territorio di Poviglio dove una automobilista, proveniente da Viadana (Mn), aveva segnalato di aver investito un capriolo, riportando gravi danni al proprio veicolo.

Dopo avere eseguito i rilievi, al fine di garantire alla donna coinvolta l’accesso alle procedure di risarcimento dei danni, gli operatori, però, si sono accorti che l’animale, morto, era già freddo e che, pertanto, l’incidente non poteva essere avvenuto nello spazio orario indicato dalla signora. Quest’ultima, messa alle strette, ha infine ammesso che l’investimento era avvenuto diverse ore prima e che, dovendo concludere un affare, aveva proseguito il viaggio, decidendo di far ritorno sul luogo dell’incidente solo dopo molto tempo per riuscire adottenere il rimborso dei danni subiti.

Nel frattempo, il povero animale investito aveva percorso alcuni metri lontano dalla strada, accasciandosi in un luogo riparato dove, poi, è deceduto.

“Accertato quanto sopra – racconta il comandante Carlo Alberto Romandini – gli operatori di Polizia Locale hanno proceduto a contestare alla conducente l’omissione di soccorso, in quanto non è escluso che, se fosse stato adeguatamente assistito, l’animale avrebbe potuto salvarsi”.

“Ricordo – aggiunge Romandini – che la legge obbliga tutti i conducenti a fermarsi in caso di sinistro stradale, anche se coinvolto è un animale, per prestare il dovuto soccorso. In questo caso specifico, sarebbe stato sufficiente allertare il 118 o le forze di polizia per salvare, forse, la vita del povero capriolo”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu