Orgoglioso di essere medico veterinario

catellani_art

Pertini disse che “La coerenza è comportarsi come si è, e non come si si è deciso di essere.” Da politico piccolo, piccolo speravo che questa dura lezione di vita che ci sta “regalando” il Coronavirus potesse insegnarci qualcosa, soprattutto sotto il profilo etico, sociale e relazionale. Al momento sembra proprio di no, anzi.

Da politico piccolo, piccolo ho imparato che in politica ti devi guardare le spalle non solo dagli avversari, ma soprattutto dai compagni di squadra per cui devi camminare sempre rasente i muri, rischiando di sporcarti la giacca. Purtroppo oggi la coerenza è in antitesi con la simpatia e con l’empatia, oggi se vuoi essere politicamente empatico non devi essere contraddittorio, non devi avere dignità e soprattutto non devi avere idee e progetti. 15 task force composte da circa 450 componenti per l’emergenza Covid, quasi 500 menti all’opera per parlare, giudicare valutare e provvedere e trovare dei rimedi per il Covid 19. Emerge, tra queste menti, la deputata dott.ssa Maria Teresa Baldini di Fratelli d’Italia, indignata dalla decisione del Ministero della Salute di potenziare l’assetto Sanitario assumendo oltre a Medici e Infermieri anche 18 Medici Veterinari. Ha asserito ma chi ha deciso di assumere Veterinari? Ma di chi è stata questa idea? La dott.ssa Baldini non solo ha offeso 35.000 Medici Veterinari, ma ha offeso la Sanità in generale, il partito che rappresenta, ha offeso soprattutto la sua intelligenza, dimostrando di non avere assolutamente idea del ruolo del Medico Veterinario nell’Igiene Pubblica.

Dovrebbe sapere che stiamo collaborando da due mesi con l’Igiene Pubblica per l’epidemiosorveglianza sul Covid 19, sempre la dott.ssa Baldini dovrebbe sapere che nella politica One Health, termine non nuovo sicuramente per un Medico e politico del suo rango, il Medico Veterinario ha un ruolo importante, dovrebbe sapere che il 70% delle malattie infettive sono delle zoonosi, ossia malattie trasmissibili dall’animale all’uomo. Saprà certo che l’Italia è uno dei pochi paesi al mondo in cui la rabbia è stata eradicata. Sarà certo dotta che il Medico Veterinario controlla le derrate di origine animale e non solo ed è un’ottima sentinella nella prevenzione delle infezioni e tossinfezioni alimentari e svolge un ruolo determinante nella prevenzione dell’antimicrobico resistenza.

Le dovrebbe essere arrivato all’orecchio che il serbatoio principale del Covid 19 sembra essere il pipistrello, animale di cui si nutrono i cinesi, per la MERS è il dromedario, le carni del quale sono mangiate. Vorrei ricordare alla dott.ssa Baldini che sono in vigore da tanti anni norme che regolamentano severamente il trasporto e il commercio intracomunitario e internazionale di animali vivi, alimenti e mangimi coordinato e controllato dai Medici Veterinari. Norme e controlli molto più severi di quelli che regolamentano il flusso migratorio degli Umani dal terzo mondo con l’introduzione di malattie infettive emergenti o riemergenti.

Quindi, cara dott.ssa Baldini, il Medico Veterinario svolge un ruolo di primo piano nella “prevenzione primaria”, di cui dovrebbe conservare ricordi di epidemiologia e tenerseli bene in testa, soprattutto in questo momento di emergenza pandemica, anzi le consiglio di fare un approfondito ripasso, visto che nella fase 2 sapere cos’è la prevenzione primaria e secondaria sarà importante, come del resto avere dati certi e comparabili della prevalenza e dell’incidenza del Covid19. Rimaniamo sgomenti come un Medico e politico possa essere così disgiunto dal riconoscere il ruolo del Veterinario, non sapere quanta storia dei Medici Veterinari in Italia è servita per programmare le strategie di prevenzione e controllo delle emergenze sanitarie. Se può confortarla sappia che non è la sola dott.ssa Baldini, in 32 anni da Medico Veterinario ho avuto modo di interfacciarmi con tanti Medici di serie A come Lei, alcuni squisiti, gentili che ti “trattavano alla pari”, quanto è brutto questo termine, altri indisponenti, maleducati, saccenti e distaccati. Se da politico, piccolo, piccolo tiro le somme siamo messi veramente male.

I rappresentanti della destra finora alla ribalta per l’emergenza Covid 19 sono stati, in primis Sgarbi, cha ha dovuto addirittura scusarsi pubblicamente, pugnalando il suo narcisismo patologico, la figuraccia della Baldini, alla quale spero possa porre rimedio e infine, dulcis in fundo, i 30 milioni di mascherine della Pivetti. Questa è la dimostrazione che non abbiamo ancora imparato assolutamente nulla. Sono un politico piccolo, piccolo, ma sono un onesto Medico Veterinario, orgogliosissimo di esserlo, che ha terribilmente paura della fase 2. La coerenza fa male.




Ci sono 9 commenti

Partecipa anche tu
  1. Claudio Scaglione

    Caro collega, sono un medico e sono perfettamente d’accordo con te. Voglio ticordare laproficua collaborazione medici-veterinari in tanti campi, anche in quello che riguarda il Covid. Ricordiamo che molte malattie infettive sono antropo zoonosi sulle quali voi avete molte esperienze. Un caloroso saluto solidale.
    Scaglione
    ps mia figlia è prof associato a Torino in anatomia patologica veterinaria

  2. Anna Dal Moro

    Telegraficamente posso soltanto dire: quando c’è vo’ c’è vo’. Bravo dottore. Tanti complimenti per quanto da lei esposto. Da una vera amante degli animali e, a volte, un po’ meno degli umani.

    • Eli

      Bravo Dottore,se ci fossero più specialisti che dicessero ai politicanti il cosa e come fare ,forse molti errori e notizie false non circolerebbero….

  3. Graziella

    Dottore mi complimento per l’intervento,sono d’accordo con Lei e spero che molti si rendano conto dell’importanza del ruolo dei veterinari.
    Grazie

  4. Cristina Rossi

    Ciao collega , bravo. Concordo. Soprattutto in un momento in cui “insigni scienziati” Così vorrebbero credersi e far credere, con curriculum costruiti sul lavoro altrui, che non hanno idea di cosa si fa in un reparto di un ospedale e ancor meno sanno dell’attività di Sanità Pubblica Veterinaria preferiscono gongolarsi del loro finto sapere( quante stupidaggini hanno detto? Quanto nulla hanno calato? Quanto tutto e il suo contrario? Quanto rumore contro loro colleghi che ben più umili ma preparati hanno offeso) Ma da tempo anch’io ho scoperto che il male di questo paese sono i pochi o troppi narcisi amanti della vetrina e del denaro La colpa non è loro, la colpa è di tutti gli altri, milioni che passivamente accettano preferendo la delega all’azione. Si fa meno fatica ma ti mette le catene.

  5. I

    Gent mo dott sono veramente soddisfatta del suo intervento . I veterinari sono da ammirare però vengono un po sottovalutati rispetto ai medici umani. Perché non si fanno dei concorsi per inserirli nel mondo della sanità pubblica ? Mia figlia veterinaria che collaborava con una clinica veterinaria a causa del corvidi 19 ha perso il posto di lavoro e adesso cosa deve fare ? Le sembra giusto tutto questo? Dopo anni e anni di studi e sacrifici ?

    • Biagio Robutti

      Caro collega ,ti ringrazio per aver esteso,mediaticamente,il mio disappunto pervenuto,per altre vie ,alla ” amica” Baldini ( mi e’ difficile definirla onorevole tanto meno medico )largamente condiviso da colleghi e istituzioni.Molto gradito il riferimento al mio corregionale immenso ed eterno Sandro Pertini.


Invia un nuovo commento