La Cassa di risparmio di Cento si fonde per incorporazione in Credito Emiliano

Credem

In seguito alle rispettive deliberazioni assembleari, mercoledì 14 luglio è stato stipulato l’atto di fusione per incorporazione della Cassa di risparmio di Cento in Credito Emiliano, con un aumento del capitale sociale di Credem da 332.392.107 a 341.320.065 euro.

L’atto di fusione sarà presentato per l’iscrizione nel Registro delle imprese di Reggio e di Ferrara: gli effetti giuridici dell’operazione decorreranno a partire dal prossimo 24 luglio, mentre gli effetti contabili e fiscali decorrono dallo scorso primo luglio.

Di conseguenza da lunedì 26 luglio (primo giorno lavorativo successivo alla data di efficacia della fusione) sarà avviata l’operazione di concambio che prevede l’attribuzione di 0,64 azioni ordinarie di Credito Emiliano per ogni azione ordinaria della Cassa di risparmio di Cento detenuta da soggetti diversi dalla società incorporante.

Il concambio sarà servito tramite un aumento di 8.927.958 euro del capitale sociale di Credem, che avverrà mediante l’emissione di 8.927.958 azioni ordinarie del valore nominale unitario di un euro, che saranno attribuite agli azionisti di Credito Emiliano a fronte dell’annullamento e del concambio delle azioni ordinarie della Cassa di risparmio di Cento. Le azioni di Credito Emiliano a servizio del rapporto di cambio saranno messe a disposizione degli azionisti della Cassa di risparmio di Cento a partire dal 26 luglio, primo giorno di Borsa aperta successivo alla data di efficacia della fusione.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu