In Emilia-Romagna 43,5 milioni di euro per 218 interventi di messa in sicurezza del territorio

rotta torrente Idice Budrio

In Emilia-Romagna è pronto un nuovo pacchetto di 218 interventi, per un valore di 43,5 milioni di euro, per la messa in sicurezza di strade comunali e provinciali, per consolidare versanti in frana, per alzare le difese delle sponde dei corsi d’acqua e per migliorare l’efficienza idraulica di fiumi e torrenti.

Oltre metà delle risorse (23,8 milioni) sono già disponibili grazie a un decreto firmato nei giorni scorsi dal presidente della giunta regionale Stefano Bonaccini: consentiranno di avviare 142 cantieri in tutto il territorio, finanziati quasi interamente dall’Europa attraverso il Fondo di solidarietà attivato dopo l’eccezionale ondata di maltempo che colpì l’Emilia-Romagna nel novembre del 2019, che tra le altre cose nel bolognese causò la rottura di un argine del torrente Idice.

Gli altri 19,8 milioni saranno disponibili a breve, appena arriverà il via libera da parte dal dipartimento nazionale di Protezione civile: serviranno per finanziare altri 76 interventi, focalizzati in particolare sulle criticità ancora presenti.

“Il cambiamento climatico mette a dura prova il nostro territorio e lo pone di fronte a sfide nuove”, ha spiegato l’assessora regionale alla Protezione civile Irene Priolo: “In un momento difficile come quello che stiamo vivendo sul piano internazionale, gli interventi sul territorio devono andare avanti. Gli investimenti programmati sono significativi, perché destinati ad accrescere la sicurezza e la resilienza delle nostre comunità, in particolare quelle che vivono e lavorano nelle aree più fragili della regione: l’Appennino, la costa e le zone vicine ai corsi d’acqua”.

Grazie ai fondi già assegnati tramite il decreto, nel territorio della città metropolitana di Bologna sono stati finanziati 17 interventi per circa 6,5 milioni di euro. La quota più rilevante (2,5 milioni) è destinata proprio alla messa in sicurezza del torrente Idice.

In provincia di Piacenza sono in arrivo 2,9 milioni per 33 cantieri; altri 18 interventi sono previsti in provincia di Parma (grazie a uno stanziamento complessivo di 1,3 milioni) e altrettanti in provincia di Reggio (in questo caso sono attesi 1,7 milioni). Nel Modenese sono in programma 25 interventi (per oltre 5 milioni), mentre sono 10 i cantieri da aprire in provincia di Ferrara, per un investimento complessivo di circa 3,46 milioni. In Romagna, infine, il territorio forlivese-cesenate beneficerà di un milione e 130.000 euro per effettuare 9 interventi; in provincia di Ravenna arriveranno 950.000 euro per 5 cantieri, mentre in quella di Rimini 850.000 euro per 7 interventi.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu