Il Sassuolo (e Reggio Emilia) dopo 11 anni dicono addio alla serie A

Stadio Mapei Reggio ©Filippo Vinardi

La 37a giornata della Serie A fa sorridere il Frosinone, che espugna l’U-Power Stadium. Di Francesco e i suoi battono 1-0 il Monza grazie alla rete di Cheddira, che manda i ciociari a +2 sulla terzultima e ha un altro risvolto: il Sassuolo è ufficialmente in Serie B. Finale caotico, invece, al Bluenergy Stadium: Niang fa esultare l’Empoli al 90′, ma nel maxi-recupero Samardzic pareggia dal dischetto al 104′. L’Udinese resta così a +1 sui toscani.

Sassuolo-Cagliari. Era il 18 maggio 2013 quando una rete di Missiroli nel recupero regalava la vittoria con il Livorno e la storica promozione in serie A, rischia di essere il 19 maggio 2024 la data che segna il ritorno del Sassuolo in B. La sconfitta subita oggi al Mapei-Città del Tricolore contro il Cagliari – 0-2 al termine di un’altra prestazione sconcertante, infarcita da errori, soprattutto difensivi, francamente imbarazzanti – nel consegnare ai rossoblù di Ranieri una più che meritata salvezza, sancisce la quasi matematica retrocessione dei neroverdi.

Se nelle partite delle 15 il Frosinone a Monza e l’Empoli a Udine conquisteranno almeno un punto, per il Sassuolo sarà purtroppo ufficiale l’addio alla serie A, dopo undici stagioni che nel 2015-16 regalarano alla società neroverde anche l’accesso ai preliminari della Uefa Europa League. Ed anche la città di Reggio Emilia – che da undici anni ospita nel suo stadio (comprato dal fallimento della Reggiana dalla Mapei) le partite interne del Sassuolo – dovrà rinunciare al fascino della serie A e al suo indotto.

E il prossimo anno, in serie B, alla Reggiana e al Modena si aggiungerà anche il Sassuolo.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu