Il 30 settembre a Reggio l’inaugurazione dell’opera d’arte “Curiosa Meravigliosa” di Joan Fontcuberta

Joan Fontcuberta Curiosa Meravigliosa

Dopo una lunga e complessa gestazione, l’attesa è finita: venerdì 30 settembre a partire dalle 18.30 sarà finalmente inaugurata “Curiosa Meravigliosa“, l’opera d’arte pubblica permanente realizzata dall’artista catalano Joan Fontcuberta per il Palazzo dei musei di Reggio. Il taglio del nastro sarà seguito da una serata-evento che, oltre alla presenza delle autorità cittadine e dell’artista, prevede fino alle 23 musica live, videoproiezioni, laboratori, visite guidate e set fotografici.

“Curiosa Meravigliosa” è nata grazie a un processo partecipativo avviato dal Comune di Reggio e dal festival Fotografia Europea, che hanno invitato la cittadinanza a spedire una o più fotografie inerenti ai temi della curiosità e della meraviglia. La chiamata ha fatto registrare un’adesione straordinaria, con ben dodicimila scatti arrivati a destinazione: grazie a un software di elaborazione digitale, una selezione di queste immagini è stata utilizzata – assieme a fotografie degli oggetti presenti nelle collezioni dei musei reggiani – per comporre un’unica opera raffigurante un grande pavone, soggetto scelto da Fontcuberta attingendo alle collezioni zoologiche del museo.


L’opera finale, che misura sedici metri in altezza, è stata realizzata grazie al supporto di Marazzi, il famoso marchio di ceramiche fondato nel 1935 a Sassuolo: si compone di ben 30 lastre (di 120 x 240 centimetri ciascuna) in gres porcellanato foto-impresse che integrano l’architettura esistente e completano l’intervento di riqualificazione della piccola piazza di fianco al Palazzo dei musei, “per riportare questo luogo al pieno utilizzo comune e per garantire un nuovo punto di incontro, cominciando dall’arte, attraverso un’azione di coinvolgimento attivo della comunità”, ha spiegato il Comune di Reggio. L’iniziativa ha potuto contare anche sul contributo Art Bonus della multiutility Iren.


Il programma prenderà il via alle 18.30 alla presenza di Joan Fontcuberta. A seguire il gruppo Sons of other Suns, formato da giovani musicisti del liceo musicale di Parma e dei conservatori di Bologna e di Reggio, animerà la piazza adiacente ai musei interpretando cover e pezzi originali.

A partire dalle 19 prenderà il via il laboratorio (adatto a tutte le età) “Frammenti di meraviglia”, a cura dei servizi educativi dei Musei civici: un’attività con adesivi, timbri e disegni per portare con sé curiosità e meraviglia, per passare dal generale al particolare, dal macro al micro, e per scoprire forme nuove nascoste dietro ai dettagli.

Alle 21 sono in programma due visite guidate. La prima è “Penne, piume e colori o della storia antica del pavone”, un viaggio nelle collezioni naturalistiche dei musei a cura di Silvia Chicchi; la seconda, invece, è “Dall’occhio al pixel”, un percorso tra le collezioni con Riccardo Campanini e Ilaria Campioli alla scoperta dei meccanismi che stanno alla base della visione umana e della fotografia. Entrambe le visite saranno riproposte anche alle 21.30 (essendo previsto un numero massimo di 25 persone per ogni gruppo è consigliata la prenotazione: tel. 0522-456816).

Dalle 21 saranno allestiti anche i “Set fotografici vanitosi” con Renza Grossi e Daniele Meglioli, nei quali sarà possibile scattare fotografie in ambientazioni del tutto originali. Durante tutta la serata, inoltre, sono in programma videoproiezioni con il making of dell’opera e con le videointerviste ad alcune delle persone che hanno preso parte al progetto.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu