Torna in libreria “La lunga stagione”, il diario di un ragazzo in guerra di Salvatore Fangareggi

luga_stagione

La riedizione de “La lunga stagione” di Salvatore Fangareggi è disponibile nelle principali librerie e può essere prenotato sul web o direttamente alla Casa editrice.

(Edito da Consulta librieprogetti, 2020, pp. 134, brossura, prefazione di P. L. Castagnetti, postfazione di M. Storchi).

La scheda del libro. Salvatore Fangareggi, all’epoca dei fatti narrati, non aveva l’età per potersi porre il tema della scelta dell’impegno diretto nella guerra: il ricordo di quel periodo drammatico della sua vita si fa più vivo e cogente quando – frequentando all’Università di Modena le lezioni di diritto canonico ed ecclesiastico di Giuseppe Dossetti – comincia a sentirsi troppo stretto dentro la propria storia personale, rispetto allo spessore delle tematiche che gli eventi avevano scatenato e di cui era stato spettatore.

Come osserva Pier Luigi Castagnetti, “la scelta di piombarsi in quel grumo di anni in cui maturarono la svolta finale nella vicenda della guerra e la scelta della ribellione al nazifascismo” deriva dal desiderio di individuare le radici della propria personalità, ponendo a frutto l’educazione ricevuta in ambito familiare e le sollecitazioni che gli derivano dalla società del dopoguerra. Si tratta di un’esigenza personale, per dare un senso a stimoli e valori su cui radicare il suo contributo all’affermazione di condizioni di vita libere e democratiche.

Nonostante il tempo trascorso, la narrazione di Fangareggi si avvale di riferimenti che, come annota Massimo Storchi, sono marcati da parole che “il bambino impara e che il tempo muta sotto ai suoi occhi, parole vecchie e nuove con cui confrontarsi, fare i conti, nella crescente consapevolezza dell’impossibilità di averle conquistate una volta per sempre”. Il racconto svela infatti l’esigenza di “mettersi in dialogo con un mondo che le parole non sono più in grado di rappresentare”.

Fangareggi effettua una lucida descrizione dei mesi finali della Seconda guerra mondiale, che l’autore ripensa sull’onda della stagione angosciosa che si scatena il 16 marzo 1978 con l’uccisione di Aldo Moro.

Riedito a distanza di quarant’anni dalla prima pubblicazione, il libro è corredato di un’illustrazione di Elisa Pellacani e di foto dei giorni della Liberazione tratte dall’archivio di Istoreco. “La lunga stagione” di Salvatore Fangareggi è disponibile nelle principali librerie e può essere prenotato sul web o direttamente alla Casa editrice.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu