Ex Reggiane, due ordinanze per rimuovere i rifiuti e realizzare recinzioni anti-intrusione

ex Reggiane ingresso Reggio

La giunta comunale di Reggio ha emanato due ordinanze per disporre interventi di bonifica e di messa in sicurezza dell’area abbandonata delle ex Officine Meccaniche Reggiane.

Con la prima ordinanza è stato dato mandato di provvedere con la massima urgenza alla rimozione dei rifiuti abbandonati nelle aree comprese tra via Vasco Agosti, viale del Partigiano, via dell’Aeronautica e il sedime della linea ferroviaria Milano-Bologna: secondo le indicazioni del Comune sarà necessario provvedere allo smaltimento e al recupero degli stessi materiali abbandonati (tra i quali rifiuti solidi urbani, rottami e altri inerti, scarti di lavori edili, vetri rotti, pneumatici, elettrodomestici e oggetti di plastica) secondo le norme in vigore, ripristinare lo stato antecedente dei luoghi e mettere in campo tutte le misure necessarie per impedire l’ulteriore abbandono incontrollato dei rifiuti, per evitare possibili ripercussioni negative sul piano igienico-sanitario e su quello ambientale.

Con la seconda ordinanza, invece, è stata rilevata la necessità di impedire l’accesso nell’area delle ex Reggiane (sia a piedi che con mezzi di trasporto) a soggetti non autorizzati, provvedendo a ripristinare le condizioni di sicurezza adeguate e a scoraggiare l’occupazione abusiva dei capannoni abbandonati, ad esempio con tamponature e recinzioni ai varchi di accesso realizzate con materiali resistenti. L’ordinanza ha disposto inoltre l’esecuzione di tutti i lavori di manutenzione idonei a mettere in sicurezza gli stabili e le aree scoperte, oltre a un sistema di vigilanza affinché le opere di messa in sicurezza non vengano rimosse o danneggiate.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu