Digitale ed export: oltre 2,1 milioni di euro per contributi alle imprese

landi_a-scaled

Digitale ed export sono i due pilastri su cui le imprese stanno puntando per recuperare il terreno perduto a causa della pandemia: per questa ragione la Regione e le Camere di Commercio dell’Emilia-Romagna hanno messo a disposizione oltre 2,1 milioni di euro di contributi a fondo perduto con l’obiettivo di incrementare nelle imprese la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni e strumenti offerti dal digitale a sostegno dell’export.

Le risorse stanziate finanziano il bando congiunto “Digital Export-anno 2022” che mette a disposizione contributi per l’internazionalizzazione delle MPMI manifatturiere emiliano-romagnole a partire da un minino 5 mila euro fino ad un massimo di 15 mila euro (l’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili).

“Il Bando Digital Export, nato nel 2020 a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese, quest’anno raggiunge il suo stanziamento più importante con oltre 2,1 milioni di euro. – afferma Stefano Landi Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Reggio Emilia – Di questi fondi, circa 1,2 milioni provengono dalla Regione, mentre il sistema camerale regionale contribuisce per altri 900 mila euro, di cui 100 mila messi a disposizione dalla nostra Camera di Commercio.

I dati dell’export registrati nel 2021 parlano chiaro, restituendoci l’immagine di un territorio con una vocazione verso i mercati esteri che va coltivata e preservata in quanto traino della nostra economia. In questo quadro, dunque, è quanto mai necessario sostenere le imprese ad avviare o rafforzare la presenza all’estero, supportarle nell’accesso e nel consolidamento all’economia digitale ed incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni offerte dal digitale a sostegno dell’export a partire dal commercio elettronico”.

L’iniziativa rappresenta pertanto un’agevolazione utile anche per le imprese della provincia reggiana, vista l’evoluzione dell’export locale che, nei primi nove mesi del 2021, ha raggiunto quota 8,6 miliardi di euro, superando anche i livelli dei primi nove mesi del 2019 (+6,6%).

Le richieste di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica secondo le modalità illustrate nel Bando, dal 10 febbraio al 1 marzo 2022. I progetti dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre.

Per approfondire le finalità, i contenuti e le modalità di partecipazione il 1 febbraio alle ore 10 è in programma un webinar di presentazione del Bando Digital Export 2022.

Le imprese potranno presentare un solo progetto articolato in almeno due ambiti di attività tra quelli indicati dal Bando, tra cui: Temporary Export Manager e Digital Export Manager, percorsi finalizzati all’ottenimento o rinnovo delle certificazioni aziendali indispensabili per rispondere alle richieste dei mercati esteri obiettivo del progetto, realizzazione di incontri B2B e B2C, partecipazione a fiere a carattere internazionale o convegni specialistici internazionali con finalità commerciale, attività di marketing digitale, avvio e sviluppo della gestione di business on line, traduzione in lingua straniera del sito web e potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera.

Per ulteriori dettagli sul bando e per iscriversi al webinar di presentazione visitare il sito www.re.camcom.it



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu