“C’è un cadavere al Bioparco”, a Reggio il giallista Walter Veltroni

veltroni_w

Dopo la felice soluzione del caso del bambino scomparso, il commissario Buonvino si gode la quiete ritrovata del parco di Villa Borghese e le gioie dell’amore. Ma è una tregua di breve durata. Il ritrovamento di un cadavere nel rettilario del Bioparco, il giardino zoologico della capitale ospitato all’interno della Villa, rappresenta una brutta gatta da pelare per Buonvino, che si dà il caso sia erpetofobico, provando un terrore atavico per qualsiasi tipo di rettile. Come ci è finito il corpo di un uomo nudo dentro la teca dell’anaconda? E come ci è finita nella pancia del gigantesco serpente la testa del suddetto? Sono solo alcuni degli interrogativi senza risposta tra i quali il commissario e i suoi impavidi quanto scombinati agenti si barcamenano nel tentativo di risolvere quello che si presenta come un vero e proprio rompicapo. Quasi ci trovassimo nel più classico dei gialli di Agatha Christie, Buonvino dovrà dar fondo a tutto il suo acume e alle sue capacità deduttive per sbrogliare i fili di un’indagine in cui gli indizi scarseggiano e i sospettati abbondano, e smascherare finalmente il colpevole.

L’incontro mercoledì 13 ottobre alle 21.00 Chiostri di San Pietro. Ne parla con l’autore il Sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi.

Walter Veltroni  è nato a Roma il 3 luglio 1955. È stato direttore dell’Unità, vicepresidente del Consiglio e ministro per i Beni e le attività culturali, sindaco di Roma, fondatore e primo segretario del Partito democratico. Oltre al primo capitolo delle indagini del commissario Buonvino, Assassinio a Villa Borghese, pubblicato sempre da Marsilio nel 2019, ha scritto vari romanzi, tra i quali La scoperta dell’alba (2006), Noi (2009), L’isola e le rose (2012), Ciao (2015), Quando (2017), tutti editi da Rizzoli. Ha realizzato diversi documentari tra i quali Quando c’era Berlinguer (2014), I bambini sanno (2015), Indizi di felicità (2017), Tutto davanti a questi occhi (2018) e la serie sulla storia dei programmi televisivi Gli occhi cambiano (2016). Nel 2019 è uscito il suo primo film, C’è tempo. Collabora con il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport.

La rassegna Le voci dei libri è curata da Coop Alleanza 3.0 in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna e presenta un programma ricco di appuntamenti con grandi autori, giornalisti ed esponenti del mondo culturale che dialogano su gli ultimi libri in uscita.
Sono 10 incontri – vedi il programma che segue – a cui si è aggiunto un appuntamento speciale con Vinicio Capossela il 21 ottobre alle ore 19, che si terrà nella Bilblioteca Renzo Renzi della Cineteca di Bologna.
Come di consueto, gli incontri saranno introdotti e accompagnati dalle letture dei giovani attori della scuola di Teatro di Bologna Galante Garrone.
La rassegna gode del Patrocinio del Centro per il libro e la lettura del Mic – Ministero della Cultura e del prezioso contributo di Bper Banca.

Gli incontri saranno trasmessi in diretta streaming sul canale youtube di Bologna Biblioteche

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO DEI POSTI
Gli incontri saranno accessibili al pubblico nel rispetto di tutte le misure di sicurezza previste dalle disposizioni sanitarie anticovid di legge.Il pubblico dovrà essere munito di mascherina durante tutta la durata dell’incontro. I posti a sedere garantiscono il necessario distanziamento interpersonale. L’accesso al posto a sedere sarà possibile a partire da 45 minuti prima dell’inizio dell’incontro. Una volta raggiunta la capienza massima consentita non sarà possibile entrare e sostare in piedi. Per accedere sarà obbligatorio essere in possesso di certificazione verde Covid-19 (il cosiddetto green pass) da esibire all’ingresso in formato digitale o cartaceo insieme a un documento di riconoscimento valido. Il green pass non è richiesto per le persone escluse dall’obbligo, a norma di legge, per motivazioni da certificare all’ingresso.

 



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu