Campionati Europei di Qigong: medaglie a raffica per gli azzurri, ci sono anche 3 atleti reggiani

IMG-20221103-WA0004

Un’antichissima disciplina, originaria della Cina, che utilizza il movimento, la respirazione e la concentrazione nei gesti e nelle posture: è il Qigong, i cui quinti campionati europei si sono tenuti al Palazzetto dello sport di Anagni.

All’evento hanno preso parte un centinaio di atleti provenienti da tutto il mondo: dalla Cina al Portogallo, passando per Spagna e Australia. Sabato 29 ottobre nella Sala della ragione del Comune di Anagni gli atleti hanno partecipato a un corso alla presenza del gran maestro Xu Hao, una delle massime autorità mondiale di Qigong.

Il Qigong è una disciplina energetica che utilizza il movimento, la respirazione e la concentrazione: il tutto perfettamente armonizzato nei gesti e nelle posture. Anche se si tratta di un campionato che vede gli atleti impegnati in una serie di movimenti, il Qigong è molto utile anche nella preparazione sportiva: è una disciplina terapeutica che consente a chi la pratica di riconoscere e correggere, con l’aiuto di movimenti lenti e controllati, eccessi e disequilibri.

Anticamente il Qigong è stato anche associato alla ricerca della longevità, sia come tecnica di esercizio respiratorio sia come prevenzione delle malattie e rinforzo fisico.

Nella nazionale italiana di Health Qigong, capitanata dal maestro Xu Hao, ci sono anche tre atleti reggiani: Paolo Zaffelli, Maria Ferrieri e Massimo Cucinotta. Insieme hanno sbancato: 4 ori e 2 argenti nelle competizioni individuali, 3 ori e un argento nelle competizioni di gruppo (esercizio svolto in sincronia).

“Oltre a essere molto contento per i miei risultati (ho preso il punteggio più alto di tutta la competizione, 9.09) sono maggiormente soddisfatto per i piazzamenti dei miei due allievi Maria e Massimo, che hanno preso oltre alle medaglie degli ottimi punteggi”, ha detto Zaffelli: “Ringrazio il mio maestro Xu Hao e tutta la squadra nazionale per questi tre giorni ad Anagni, di competizione ma anche di amicizia e divertimento”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu