Anche Cuccarini e Ferilli su Bibbiano

cuccarimni_ferilli_

Anche la soubrette e conduttrice tv Lorella Cuccarini e l’attrice romana Sabrina Ferilli hanno parlato del caso di Bibbiano e dei presunti illeciti legati alla tutela dei minori in Val d’Enza, nel Reggiano, vicenda portata alla luce dall’inchiesta della magistratura denominata “Angeli e Demoni”.

Ha detto Lorella Cuccarini: “I miei su Bibbiano sono sentimenti condivisi. E insieme alla nostra gente penso a quello che è accaduto a Bibbiano e mi domando com’è possibile. Se fosse successo a me di patire ciò che hanno dovuto subire quei poveri genitori, forse sarei morta di dolare oppure avrei reagito come una belva”. E ancora: Quella di Bibbiano è una barbarie assoluta e io sto con loro, sono una di loro. Noi mamme sappiamo cosa significa anche solo la remotissima possibilità che ti possano togliere un figlio: è un incubo, uno strazio, un dolore anche solo immaginarlo. Posso dirlo? Non ne posso più del politicamente corretto. È ora che noi che abbiamo un dialogo col pubblico facciamo sentire la nostra opinione al di là delle convenienze ed è anche ora di smetterla di pensare che i giudizi della rete siano oro colato. Basta fare come me: fregarsene. Mi raccomando voi continuate: andate fino in fondo”.

Mentre la Ferilli: “A Bibbiano bisogna capire chi ha sbagliato e in che termini, ma quello che è accaduto lì è quello che probabilmente è accaduto nella Bassa modenese e in tanti altri centri e tribunali d’Italia. Il problema non è il luogo, ma la metodologia utilizzata da questi psicologi per interrogare i bambini sui presunti abusi”.

“Certo, quella è terra di sinistra, ma quando si parla di Emilia Romagna si parla pure di un territorio dove ci sono asili che funzionano, di metodi educativi che sono d’esempio per il resto del Paese, messi in piedi anche dalla sinistra. Come al solito la sinistra è incapace di prendersi i meriti e capace solo di prendersi gli schizzi di fango [….] Il Pd dovrebbe ricordare tutto quello che la sinistra ha fatto in tema di affidi, reinserimento, istruzione per i bambini e poi dire ‘A Bibbiano siamo i primi che vogliono vedere puniti i colpevoli’. Ecco, serviva questo. L’Emilia è all’avanguardia su tante cose, la sinistra è ed è stata al centro di battaglie fondamentali per i diritti dell’infanzia, se ci dimentichiamo pure questo, ci resta solo il Papeete”.

Nei giorni scorsi avevano parlato della vicenda di Bibbiano, tra gli altri, anche la cantante romagnola Laura Pausini e il collega emiliano Nek.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu