Amico (ER): vaccini carceri e senza dimora

amico_a

Un’interrogazione ricorda le difficoltà di queste categorie di persone a far fronte all’emergenza Coronavirus e chiede interventi per tutelarne le fragilità

La Regione solleciti il governo perché pianifichi una campagna vaccinale dedicata a operatori penitenziari, detenuti e persone senza dimora, rispettando le priorità generali del Paese.

A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere Federico Alessandro Amico (ER Coraggiosa) che ricorda come “le carceri versano in una condizione cronica di sovraffollamento e le persone ristrette – al pari del personale e di chi presta servizio – con estrema difficoltà riescono a mantenere distanziamento, subendo le carenze strutturali e organizzative degli istituti penitenziari. Inoltre, le persone senza dimora in questo periodo dell’anno, conformemente ai ‘piani freddo’ comunali, trovano accoglienza notturna in strutture dove le condizioni di distanziamento e sanificazione sono garantite con difficoltà”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu