A settembre a Reggio la seconda edizione del festival nazionale di Emergency

emergency

Dopo il successo della prima edizione, dedicata alla cura come diritto e valore fondamentale per ricostruire il senso del vivere comune, dal 2 al 4 settembre il festival di Emergency torna a Reggio con tre giorni di incontri e dibattiti con giornalisti, filosofi, scienziati, scrittori, rappresentanti di Emergency e voci della contemporaneità per una riflessione collettiva sul grande quesito che attraversa l’attuale momento storico: perché scegliere ancora una volta la guerra?

Il tema dell’edizione 2022, infatti, è proprio “La scelta”. Piazza Prampolini sarà il fulcro e il cuore dei dibattiti, articolati in due format: i “Dialoghi”, con voci esperte a confronto sui grandi temi dell’attualità, e le “Emergency Stories”, che entreranno nel vivo dei progetti dell’associazione umanitaria fondata nel 1994 per portare aiuto alle vittime civili delle guerre e della povertà.

Ma tra i luoghi del festival ci saranno anche piazza Casotti (con le “Domande per pensare”), il cortile di Palazzo Ancini, la biblioteca Panizzi (con attività per bambini, adolescenti e famiglie realizzate dall’Ufficio scuola di Emergency, in collaborazione con Fondazione Reggio Children e il Csv); ma anche il teatro Valli e il Palazzo dei Musei – che ospiterà la mostra “No more war”, un progetto artistico del fotografo Giles Duley sul rapporto tra guerra e violazione dei diritti – contribuiranno a riempire la città di voci e storie sulle quali riflettere.

“Emergency – ha spiegato l’associazione presentando la manifestazione – crede che la pace sia una scelta realmente perseguibile a partire dalla conoscenza e dalla pratica quotidiana dei diritti umani. Oggi, ancor più di ieri, è arrivato il momento di scegliere da che parte della storia stare: spendere in armamenti o in istruzione, lavoro, salute, ricerca e tutela ambientale; intraprendere la strada della guerra o della promozione della pace e della pratica dei diritti umani; continuare ad agire nell’indifferenza o salvare vite in mare. Il festival di Emergency a Reggio, perciò, potrà essere un’occasione in cui parlare e confrontarsi su questi temi per ricordare che, in fondo, è sempre una questione di scelte”.

Il calendario degli appuntamenti (con la possibilità di prenotarli) sarà disponibile a partire da metà agosto sul sito di Emergency. Grazie a un protocollo d’intesa, inoltre, Reggio ospiterà il festival anche nel 2023.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu