Vince Massimo Gazza, è il nuovo segretario del Pd reggiano

Massimo Gazza cartina di Reggio

Vince Massimo Gazza al congresso del Partito democratico. L’ex sindaco di Boretto e’ il nuovo segretario provinciale dem di Reggio Emilia.
Un recente passato nell’ala renziana del partito, sostenuto dall’ala di Graziano Delrio e dal sindaco Luca Vecchi, Massimo Gazza supera in corsa il primo cittadino di Rubiera, Emanuele Cavallaro, politicamente vicino alle posizioni del segretario nazionale, Enrico Letta.

Scrive Massimo Gazza sui social: “Il congresso del PD che si è appena concluso è stato una bella iniezione di democrazia per il nostro partito e per tutto il territorio.

La maggioranza degli iscritti ha scelto una proposta larga e inclusiva, a testimonianza di quanto questo partito sia un luogo aperto a tutti, capace di ascoltare, confrontarsi e partecipare.

Noi democratici siamo questo. E io mi pongo l’obiettivo di essere il segretario di tutti, di chi mi ha votato e di chi ha scelto l’altra proposta in campo.

Anzitutto un grande grazie a chi mi ha sostenuto, sono tantissimi da ogni angolo del territorio. Ma voglio soprattutto dire grazie a tutti gli iscritti del PD, ai volontari che hanno permesso questa bella prova di democrazia, Chiara, Rossana e la Commissione Garanti della Federazione per aver consentito lo svolgimento di 52 congressi in tutto il territorio provinciale. Un grazie anche a Gigliola Venturini, che ha gestito il partito in questo anno e mezzo in una situazione non semplice.
L’ultimo “grazie” a Emanuele Cavallaro, che non mi è mai piaciuto chiamare avversario, per aver contribuito a dare vita a un congresso aperto, dai toni pacati e rispettosi, che ha riattivato e rigenerato le relazioni all’interno del nostro partito dopo due anni di pandemia.

Abbiamo riscoperto un partito vivo, con tanta voglia di partecipazione, che dimostra un’articolazione e una capillarità che nessun altro soggetto politico può vantare.

Sento la responsabilità di ogni singolo voto, dato a me o a Emanuele, e sento l’urgenza di incontrare i segretari dei circoli in cui la mia proposta è risultata decisamente minoritaria.

Partirò da qui e partirò dal tema del lavoro, cuore della proposta politica del Partito Democratico. Per questo, appena sarà ratificata la mia elezione, chiederò un incontro alle forze sindacali.

Iniziamo insieme un nuovo cammino, una pagina che scriveremo tutti insieme: la segreteria, gli iscritti, gli amministratori, i militanti, gli elettori e gli eletti.
Chiunque si senta Democratico, insomma, farà parte di questa storia reggiana”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu