Prosegue con due nuovi corsi l’attività formativa dei teatri di Reggio e Ferrara

corso_tecnico_delle_luci_24e

Prosegue anche per la stagione 2018-2019 l’attività formativa frutto della collaborazione tra la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia (accreditati presso la Regione Emilia-Romagna nel 2017 come Organismi di formazione superiore e permanente), in partnership con il centro di formazione professionale Fondazione Alberto Simonini, una delle istituzioni più attive negli ambiti della formazione a livello regionale.

La sinergia tra queste realtà ha consentito, a partire dal 2017, la messa a punto di un’offerta formativa in grado di dare risposta alle richieste professionali di qualità espresse dal mercato dell’industria culturale a livello regionale e nazionale. Dopo il corso di qualificazione per tecnico macchinista teatrale, svoltosi tra il 2017 e il 2018, per l’edizione 2018-2019 le due fondazioni propongono due percorsi formativi: il corso per tecnico delle luci con competenze di sound engineering e il corso di “performing communication”: strumenti e prassi per la comunicazione dei teatri e dello spettacolo dal vivo.

Il corso per tecnico delle luci con competenze di sound engineering è riservato a persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna che abbiano compiuto 18 anni e abbiano assolto l’obbligo d’istruzione. Non sono richieste competenze specifiche o attinenti all’area professionale, così come non sono necessarie esperienze lavorative pregresse nell’ambito dello spettacolo. Il progetto, finanziato dalla Regione e dal Fondo Sociale Europeo, è stato attivato dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e dalla Fondazione Alberto Simonini.

ll tecnico delle luci che si intende formare attraverso il corso è in grado di realizzare soluzioni tecniche di illuminazione provvedendo alla messa in opera e manutenzione di impianti e dispositivi illuminanti, in coerenza con le indicazioni tecnico-artistiche e le caratteristiche delle ambientazioni prescelte.

Questo profilo avrà un taglio innovativo secondo una declinazione orientata anche all’ambito audio e video grazie all’acquisizione di competenze per la fruizione, la creazione e l’organizzazione del suono in relazione alla scena (teatro, performance, installazioni). Il corso, della durata di 600 ore, si svolgerà da dicembre 2018 a giugno 2019: per 360 ore con lezioni frontali nei teatri di Reggio e Ferrara, per altre 240 ore invece in stage presso le sedi degli stessi teatri o degli altri soggetti pubblici e privati operanti nel settore dello spettacolo dal vivo che hanno aderito al progetto.

Le docenze vedranno impegnati direttamente componenti dello staff dei teatri di Reggio e Ferrara, a conferma dell’alto livello di professionalità raggiunto da tutti gli operatori delle fondazioni, attraverso un’intensa attività di produzione che li ha visti impegnati in questi anni. Le iscrizioni saranno aperte fino al prossimo 16 novembre.

Il corso di performing communication, invece, è riservato a persone residenti o domiciliate (occupate o disoccupate) in Emilia-Romagna che abbiano compiuto 18 anni e abbiano assolto l’obbligo d’istruzione. Sono richieste conoscenze e capacità attinenti le arti performative e/o la comunicazione d’impresa. Il percorso propone lo sviluppo e l’approfondimento di competenze utili alla progettazione di un bilancio sociale e di sostenibilità, alla creazione di un piano di comunicazione per i teatri di tradizione e, più in generale, per gli organismi produttori di spettacolo dal vivo, funzionale a diffondere il bilancio sociale in particolare attraverso i media digitali.

Il corso, della durata di 100 ore, si svolgerà tra il prossimo inverno e la primavera del 2019. Le docenze vedranno impegnati professionisti affermati sia nel campo della redazione di bilanci sociali e della sostenibilità che nel campo della comunicazione. Le iscrizioni saranno aperte fino al prossimo 16 novembre.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu