Zingaretti si dimette da segretario del Pd, ora Bonaccini è in pole

Pd Zingaretti Bonaccini

Dopo le dimissioni choc del leader del Partito democratico e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, avvenute nella giornata di giovedì tramite il suo profilo Facebook, si fa pressante in queste ultime ore la voce di un possibile ingresso del governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini nella segreteria nazionale dem.

Il nome del presidente emiliano è sempre in ascesa da diverse settimane e in modo più convinto da quando è caduto il governo di Giuseppe Conte, esperienza tra Pd e Cinquestelle sempre caldeggiata con forza nel cammino politico di Zingaretti e il cui fallimento ha lasciato strascichi amari nel partito.
E Stefano Bonaccini appare oggi una figura in grado di riappacificare le varie anime in subbuglio del partito, dicono i rumors.

Il governatore con la vittoria del 2020 è infatti diventato uno dei volti simbolo del centrosinistra in Italia, considerato il solido argine contro l’avanzata della Lega che sembrava in quel momento inarrestabile.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu