(New) Music Friday? I nostri giudizi

Artwork_b
7.5

La mia generazione è cresciuta con il mito del “Thank God It’s Friday”, ma i tempi si evolvono, come i risvolti di un’espressione così popolare; ed oggi, che è venerdì, giorno di “New Music Friday”, il divertimento è solo per pochi, perché in ambito musicale si sgomita a colpi di stream.

La notizia che Marco Carta – dopo l’uscita del brano “Sesso Romantico” e il tour estivo in tutta Italia, parteciperà nella categoria “Big International Artist” alla 23esima edizione del festival albanese “Kenga Magjike” – sebbene tra le manifestazioni più importanti e ambite del Paese – mi lascia indifferente quasi quanto il titolo del singolo appena sfornato: “(Forse) Non mi basti più”.

Una ballad intima e profonda, scritta dallo stesso Marco Carta con Marco Rettani, che parla dei ricordi che ognuno di noi porta con sé alla fine di una relazione.
Un ritorno alle sonorità romantiche e melodiche delle sue origini come artista.
A riprova che talvolta, ritornare sui propri passi, possa giovare.

Più piacevole delle aspettative, ma solo parziale vessillo di un Paese, che in questo preciso momento storico canterebbe ben altro all’amore.

Il nostro voto: 6.5

In tema di nostalgici ritorni, nonostante lo scetticismo iniziale, sempre oggi si affaccia sul mercato una versione di “Adesso tu” – omaggio al celebre brano con cui Eros Ramazzotti vinse il Festival di Sanremo nel 1986 e che ha segnato un’epoca importantissima per la musica italiana – che ha un presa di magia nuova rispetto all’originale: quella (prodotta da Vittorio Corbisiero) di Gianni Vancini, musicista, compositore e tra i più noti sassofonisti italiani.

Una meravigliosa ballad intrisa di sfumature jazz e blues, che anticipa “Made in Italy”, il nuovo album del musicista, disponibile dal 21 ottobre: un progetto ambizioso, di portata internazionale, che fonde il meglio del pop italiano, con il mondo del jazz contemporaneo e dell’R&B.

Il nostro voto: 8

Da segnalare – sebbene uscito la settimana scorsa – “Settembre”, il nuovo brano delle Opposite, il talentuoso duo modenese al femminile, che ha spopolato su YouTube e TikTok grazie ai mash-up e che – una volta iniziato a sfornare singoli – ha sempre messo la palla in rete.
Francesca e Camilla hanno voluto cambiare registro, per affrontare un argomento di drammatica attualità come la guerra: prendendo spunto dagli eventi che hanno riguardato i soldati italiani in Iraq nel 2003 e riuscendo, con incredibile credibilità, nell’intento. L’attrice protagonista del videoclip è l’influencer e tiktoker romana Margherita Pontecorvo.

Sulle qualità canore non si discute. Testo, cover e video sono costruiti con impeccabile semplicità e completezza al contempo. Scende una lacrima.

Il nostro voto: 8.5 (felliniano)

C’è anche il “resto del mondo”, per carità, quindi citiamo l’icona mondiale e artista femminile più premiata ai Grammy Awards, Beyoncé, da oggi in radio con il nuovo singolo “CUFF IT”, contenuto nell’album “Renaissance”, sempre da oggi disponibile in versione ‘box deluxe’ (al suo interno 2LP in vinile nero, booklet da 36 pagine con foto e poster da collezione).
Travolgente, orecchiabile, audace e naturalmente provocatorio – tanto quanto la copertina di Carlijn Jacobs, che la ritrae “a pelo” su un cavallo che viene dal metaverso – inneggia all’essenza della libertà e incoraggia a divertirsi e a ballare con trasporto.
Una celebrazione all’era dei club, in cui chiunque poteva cercarsi e crearsi una comunità per esprimersi in modo creativo attraverso il ritmo della musica.

Il nostro voto: fuori portata

C’è confusione, invece, pur bello che sia, nel nuovo brano dell’inedito trio Alok – Ellie Goulding – Sigala.
Il più importante artista brasiliano e acclamato dj a livello internazionale, la cantautrice multi-platino e il dj/producer da più di un miliardo di stream – pur sembrando l’intro di una barzelletta di categoria – si uniscono in nome della dance, per dar vita ad un nuovo singolo dal titolo “All by myself”.

E’ qui che casca l’asino. L’inno pop, ricco di elementi vincenti – tra cui la brillante voce di Ellie Goulding e la produzione impeccabile di Alok e Sigala – inserisce il sample dell’intramontabile “Enjoy the silence” dei Depeche Mode; i quali, per la prima volta, hanno dato l’autorizzazione per l’utilizzo.
Bomba, però detonata senza “safety zone”.
Per rendere l’idea, è come quando tua madre ti presenta la pasta al forno e riconosci che è buona, anche più del giorno prima, solo che di base è fatta di avanzi.

Il nostro voto: 6.5

Tra le uscite della settimana anche “Operaia Casalinga Contadina”, singolo interpretato dagli Zois – con l’aiuto di Ivano Zanotti (alle batterie) e di Giacomo Fiorenza (42 Records) – su inediti di Roberto Roversi, storico paroliere di Lucio.
E’ proprio dopo averli presentati dal vivo in Piazza Lucio Dalla a Bologna – che per l’occasione si è trasformata in palcoscenico e in museo a cielo aperto – che questi versi hanno preso vita nella musica degli Zois.
E’ il primo tassello di un progetto più ampio: un album nato dalla volontà di Antonio Bagnoli (nipote di Roversi), che ha affidato alla band il quaderno di testi inediti da musicare.
“Testi Per Dalla”, si legge: una cartellina piena, spessa, testimone della longeva collaborazione che ha legato Roberto Roversi e Lucio Dalla e che ha prodotto tre dischi, considerati pietre miliari della della musica italiana.
Fuori dal comune.

Il nostro voto: 8

 

I nostri voti


Marco Carta - “(Forse) Non mi basti più”
6.5
Gianni Vancini - “Adesso tu”
8
Opposite - "Settembre"
8.5
Alok - Ellie Goulding - Sigala - “All by myself”
6.5
Zois - "Operaia Casalinga Contadina"
8




Non ci sono commenti

Partecipa anche tu