Mori (Pd): donne, la mia battaglia contro le ingiustizie

mori_a

La lotta contro la violenza alle donne in Emilia-Romagna è il tema della nuova puntata di “Question Time”, il podcast radiofonico con le interviste ai consiglieri regionali, dedicato questa volta a Roberta Mori del Partito democratico (ascolta qui la puntata).

“Ho sempre voluto battermi contro la sottovalutazione femminile e le ingiustizie. E quelle di genere sono tra le più potenti al mondo – spiega Mori che prima di diventare consigliera regionale è stata sindaca di Castelnovo di Sotto, in provincia di Reggio Emilia, dal 1999 al 2009. “Così – continua – dal reparto per le donne che ho voluto nella caserma dei carabinieri (quando ancora le donne erano pochine), alle battaglie per sostenere l’autodeterminazione femminile e l’alfabetizzazione per le donne straniere, non mi sono più fermata”.

Roberta Mori è stata anche relatrice in Assemblea della legge regionale per la parità e contro la violenza di genere del 2014, una legge che “dà ancora soddisfazioni”. “Il piano contro la violenza di genere che abbiamo approvato lo scorso ottobre in Assemblea ha fatto un salto di qualità – aggiunge – e questo grazie alla ricca rete presente nel nostro territorio: dai centri di aiuto per le donne, a quelli per uomini autori di violenza, fino alle istituzioni locali che devono essere formate per intercettare i casi a rischio”. I casi di femminicidio sono però ancora numerosi (“109 dall’inizio dell’anno”), per questo è necessario portare avanti azioni di protezione, contrasto e soprattutto prevenzione. Fondamentale poi, “coinvolgere il maschile perché la violenza di genere non è un problema delle donne ma della società, nello specifico dell’uomo che deve saper controllare il suo senso di possesso”.

Question Time, realizzato dal Servizio informazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, ricalca il nome del momento in cui, durante le sedute d’Aula, i consiglieri interrogano la Giunta dell’Emilia-Romagna sull’attualità.

Per tutti gli episodi del podcast : canale Spotify o Spreaker dell’Assemblea legislativa.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu