Liberare il Po dalla plastica, grande partecipazione a Guastalla

palstica_art_new

Domenica 23 maggio si è tenuta a Guastalla l’iniziativa “Un Po prima del mare”, nell’ambito della più grande pulizia dai rifiuti mai organizzata lungo il fiume Po, 40 raccolte lungo tutta l’asta del Grande Fiume e le relative golene, organizzata dall’associazione onlus Plasticfree in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Guastalla e di Sabar.

Circa 150 persone, fra cui membri dell’associazione Pasticfree, Scout, associazione cacciatori, singoli cittadini di tutte le età, a partire dai bambini, hanno dedicato la domenica mattina a questa iniziativa ambientale, raccogliendo in poche ore una montagna di rifiuti che il fiume trasporta durante il suo corso e che riversa nella golena. Tra i tanti, anche un pezzo di barca, un climatizzatore, due frigoriferi, una caldaia, un casco, bombole del gas, pneumatici dei trattori. E poi bidoni di latta, sedie, bottiglie, lattine, polistirolo, moltissimi mozziconi di sigarette, perfino una lapide funebre. Tantissimi rifiuti che, grazie ai raccoglitori volontari, non arriveranno al mare.

I volontari hanno pulito la golena, partendo intorno alle 8.30 di ieri mattina da lido Po nella zona del ponte vecchio/parcheggio Peace in Po per spostarsi in tutta l’area, muniti di mascherine, guanti e pinze mentre i sacchi sono stati distribuiti in loco da Sabar
Le persone sono state divise in gruppi e gli spazi ampi hanno consentito di non creare assembramenti e di rispettare tutte le norme anti-Covid19.

“Grazie a tutti quelli che hanno collaborato e partecipato – ha detto Giovanni Cavalcabue, cittadino guastallese e referente dell’associazione Plasticfree – L’iniziativa è andata benissimo e oggi sono stati raccolti quintali di rifiuti non solo a Guastalla ma in tutta l’asta del Grande Fiume. L’unione fa la forza anche per sensibilizzare la gente intorno al tema. Sempre più gente che raccoglie significa sempre meno gente che abbandona”.

“Sono molto soddisfatta di questa partecipazione – ha detto l’assessore all’ambiente Chiara Lanzoni – Il nostro Comune è dal 2015 che promuove direttamente delle iniziative di pulizia che realizziamo insieme alla varie associazioni del territorio. Questa volta l’invito è arrivato da una associazione, segno che il tema dell’ambiente è sentito sempre di più. La sostenibilità diventa davvero tale se diventa cultura condivisa da tutti i cittadini”.
“Siamo felici e orgogliosi dei nostri cittadini che hanno dedicato il loro tempo domenicale al servizio della nostra comunità – ha commentato la sindaca di Guastalla Camilla Verona – Sono un esempio per molti. Grazie a tutti, a chi ha organizzato e a chi ha partecipato attivamente”.

Ecco i dati della raccolta nella golena guastallese forniti da Sabar:
in totale sono stati raccolti 3.562 kg di rifiuti, di cui

Rifiuti indifferenziati 1920 kg
Bombole GPL 130 kg (12 bombole)
Frigoriferi 50 Kg (2 frigoriferi)
Boiler elettrico 30 Kg (1 boiler)
Pneumatici 700 kg
Vetro 20 kg
Ferro 100 kg
Rifiuto ingombrante 500 kg (barca in vetroresina)
TV 25 kg (2 televisori)
Stufa elettrica 4 kg (1 stufa)
Batterie auto 18 kg (3 batterie)
Condizionatore 65 kg (1 condizionatore)

23 Maggio Guastalla



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu