Le Sardine incontrano i ministri

sardine_governo_art

Le Sardine hanno incontrato un ministro del governo. Una delegazione di quattro regioni meridionali guidata da Mattia Santori a colloquio con il ministro del Sud e Coesione territoriale Giuseppe Provenzano. Le Sardine dal punto di vista politico approvano la possibile intesa M5S-Pd alle elezioni regionali, ma non condividono la scelta dei Cinquestelle per la manifestazione di sabato a Roma contro i vitalizi.

Postano le Sardine: “Oggi si parla di Sud.
Contrasto alle mafie, istruzione, dissesto idrogeologico, infrastrutture, ambiente, salute e lavoro. Mai come oggi noi cittadini abbiamo la possibilità di essere protagonisti nel sostenere un modello di sviluppo che trasformi il Sud e tutta Italia in un acquario da riempire invece che in un bacino condannato a svuotarsi. Mentre chiediamo alla politica di studiare soluzioni, di avere una visione coraggiosa, di non farsi ingolosire dalle risposte pret-à-porter, offriamo noi stessi come strumenti. Uno strumento di dialogo, di confronto, di analisi, di critica costruttiva. E di intraprendenza. Con l’incontro di oggi inauguriamo una nuova stagione di politica sardina che passa dalla contaminazione tra Nord e Sud, tra giovani e pensionati, tra cittadinanza e politica. Al Papeete lo avevamo già detto e oggi lo ribadiamo. Che ognuno stia al suo posto: i politici in Parlamento, le sardine in mare aperto, nessuno sul divano, né in poltrona.
Rimbocchiamoci le pinne.
Grazie al Ministro Provenzano per il bel confronto di oggi”.

Al termine dell’incontro il match tra le Sardine e i grillini: “Invece dei decreti sicurezza tornano a occuparsi dei vitalizi”, dice Mattia Santori che aggiunge come i grillini non seguano l’attualità. Replica duro il sottosegretario cinquestelle Di Stefano: “Dopo aver posato sorridente in foto accanto ai Benetton, si scaglia in difesa dei vitalizi. A quando il sostegno alle pensioni d’oro? Il vuoto che avanza”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu