La Regione respinge la risoluzione della Lega sulla gratuità dei parcheggi ospedalieri

parcheggio_ospedale

Rendere gratuiti i parcheggi vicini agli ospedali in tutta la regione. Questo l’impegno della risoluzione della Lega a prima firma Daniele Marchetti e sottoscritta anche dai colleghi Valentina Stragliati, Stefano Bargi, Simone Pelloni, Michele Facci, Massimiliano Pompignoli, Matteo Rancan, Matteo Montevecchi, Maura Catellani, Fabio Bergamini, Andrea Liverani, Emiliano Occhi, Gabriele Delmonte e Fabio Rainieri.

Nel documento di indirizzo, si chiede la revisione radicale del sistema dei parcheggi, ora affidati a convenzioni tra privati, Comuni, proprietari degli immobili e gestori. Come esempio della situazione che si vuole riformare viene riportato il caso dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna, dove un soggetto privato ha in gestione parcheggi multipiano e rimesse miste a uso pubblico-privato, ma sarebbero numerosi i casi analoghi riscontrabili in regione, dove solo in alcuni casi viene data la possibilità di usufruire di posteggi gratis.

Marchetti, nell’illustrare la risoluzione, spiega che il documento “fa seguito alle promesse elettorali del presidente Bonaccini nell’ottobre 2019 per parcheggi gratis ai pazienti”. Il leghista specifica poi come a oggi la situazione sia particolarmente frastagliata, con alcune Asl che garantiscono la gratuità e altre che invece fanno pagare la sosta.

Andrea Costa (Pd) annuncia l’impossibilità di accogliere la risoluzioni, “perché dal 2019 a oggi sono stati diversi i percorsi avviati per risolvere il problema. Attualmente il tavolo regionale ha determinato la nascita di tanti tavoli locali ai quali stanno partecipando, territorio per territorio, tutte le realtà coinvolte, non ultime le aziende per il trasporto pubblico locale, che devono essere e rimanere i veicoli principali di accesso alle nostre strutture sanitarie”. Costa, per accondiscendere alla necessità di monitorare il lavoro svolto fino ad ora, propone una specifica audizione dei vari tavoli in Commissione assembleare in prossimità del compimento del primo anno di lavoro per tali strutture.

Per Silvia Zamboni (Europa Verde) è da sottolineare il ruolo primario che deve essere svolto dalle aziende di trasporto pubblico “non solo per facilitare l’accesso alle strutture sanitarie, ma anche per evitare ingorghi e aumento di smog nelle zone vicine agli ospedali”, mentre Igor Taruffi (ER Coraggiosa) invita a una riflessione generale sul tema con un confronto approfondito nella Commissione assembleare competente per capire lo stato dei lavori e le linee di azione a oggi sul tavolo. Per Silvia Piccinini (M5S), infine, il tema della gratuità dei parcheggi è “argomento sentito non solo dai pazienti, ma anche da parte di chi lavora in tali strutture” e quindi un focus specifico sul tema sarebbe oltremodo ben accetto e utile.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu