‘In cammino con asini e bambini’

asini_bambini
8

«Riportare i ragazzi e i bambini a viaggiare nella natura, alla scoperta di luoghi incontaminati, è oggi un’azione rivoluzionaria, perché rappresenta una sorta di destrutturazione di abitudini consolidate. I bambini di oggi sono imprigionati in una routine fitta di cose da fare…», perciò «occorre riprendersi e far riprendere il tempo per la natura. Trovare stili di vita che lascino spazio al contatto, alla scoperta del mondo intorno a noi». Lasciare un impronta, se a piedi nudi ancora meglio, sul terreno «ci rende partecipi di quel luogo». E con gli asini, animali lenti e riflessivi, l’esperienza dei bambini e dei ragazzi immersi nella natura assume, ci racconta l’Autore, un significato non solo didattico ma anche esistenziale perché deve rispondere alle dieci competenze richiamate dal codice OMS: Consapevolezza di sé; Gestione delle emozioni; gestione delle stress; comunicazione efficace; relazioni efficaci; empatia; pensiero creativo; pensiero critico; prendere decisioni; risolvere problemi; una coscienza ecologica. Sono analizzate una per una.

Massimo Montanari, 30 anni di esperienza come guida ambientale escursionista e poi coadiutore di viaggi a piedi con asini in montagna per bambini, ragazzi (e adulti), scrive un manuale che potrebbe sembrare per addetti ai lavori, per chi “lavora” con bambini e ragazzi. In realtà è un libro per tutti coloro che già amano stare in mezzo alla natura ed è propedeutico per i perplessi. L’autore, con leggerezza e profonda partecipazione, ci porta a spasso per monti, valli, prati, guadi, fattorie “puzzolenti” accompagnati non solo dalla poesia dei luoghi ma alle volte tormentati da insetti, calura, pioggia, umidità e rumori misteriosi. Camminare a piedi nudi nei prati, sui ciottoli dei torrenti (e infilare i piedi nell’acqua gelida), sull’arenaria è una sensazione unica, di percezione e il dormire, poi, dentro un sacco a pelo ci aiuta a non «perdere i contatti con la terra» (Battiato), che ci ripaga della spartana sistemazione.
La «natura è un’aula a cielo aperto» e per «guidare le nuove generazioni verso una presa di coscienza ecologica è necessario portare le cose ai loro occhi e ai loro sensi».

Ma non ci si può improvvisare guide per bambini e ragazzi (ma pure per adulti) della natura è necessario una preparazione accurata sia per la guida ambientale quanto per il coadiutore nella gestione degli asini e del gruppo e per l’educatore/animatore. Il lavoro di squadra è fondamentale.
Un capitolo è dedicato ha chi scelto questa professione. Scrive Montanari: «Quello che proponiamo ora sono esercizi di riflessione sugli argomenti e sulle caratteristiche delle diverse tipologie di gruppi e di situazioni ambientali che incontreremo…».

Con questo libro mi sono preso un bella boccata d’aria, ossigeno puro per questi tempi asfittici. Fatelo anche voi.

M. Montanari, In cammino con asini e bambini, Erickson, 2021, pp. 130, 15 euro (recensione di Glauco Bertani).

COLONNA SONORA

MODUGNO, FRANCO E CICCIO, Tre briganti e tre somari

GIANNI MORANDI, Un mondo d’amore

TALKING HEADS, Take me to the River

PFM, Impressioni di settembre

FRANCO BATTIATO, Mesopotamia

CARLOS SANTANA, La fuente del ritmo

Si ringrazia la Libreria del Teatro, via Crispi 6, Reggio Emilia.

I nostri voti


Stile narrativo
7
Tematica
10
Potenzialità di mercato
7




Non ci sono commenti

Partecipa anche tu