Il Festival Mundus compie 25 anni e torna “dal vivo” con oltre trenta concerti tra luglio e agosto

Festival Mundus 2020 locandina

Un viaggio lungo un quarto di secolo, pensato come una vetrina sul mondo attraverso un punto di vista molto specifico e particolare, quello della musica declinata in tutte le sue espressioni: è il Festival Mundus, la rassegna ideata e voluta da Ero Righi di Ater, che nel 2020 compie 25 anni e festeggia questo importante traguardo con oltre 30 concerti tra luglio e agosto nelle piazze e nei cortili di Carpi, Casalgrande, Correggio, Gombola, Maranello, Mirandola, Modena, Reggio Emilia e Scandiano.

Un segnale di rinascita in un momento storico reso particolarmente difficile dall’epidemia di Coronavirus, che il Festival Mundus vuole alleviare con serate di ottima musica “dal vivo” – con ingressi gratuiti o a pagamento (a 5, 8 o 10 euro: tutti i biglietti sono già in vendita su VivaTicket) – pur nel pieno e assoluto rispetto delle direttive anti Covid-19: i posti saranno assegnati in base alle disponibilità consentite e tutti gli spettatori dovranno indossare le mascherine di protezione nelle aree comuni, con controlli del personale in servizio sull’osservanza delle norme.

L’intento di Ero Righi era quello di far conoscere culture “diverse”, nelle sue espressioni migliori, nel linguaggio musicale: non a caso agli inizi il sottotitolo della manifestazione era “Linguaggi dell’identità e della differenza”. La prima edizione risale al 1996, con una decina di concerti, per arrivare nei primi anni del XXI secolo anche a una sessantina di appuntamenti.

In questi anni il festival ha offerto la possibilità di esibirsi in Emilia-Romagna a oltre 2.600 artisti tra singoli e gruppi provenienti da tutti i continenti, per un totale di oltre 750 concerti. Negli anni, inoltre, la rassegna ha inserito nella propria programmazione un numero crescente di concerti jazz, non a caso il genere maggiormente aperto a tutte le contaminazioni musicali.

Il Festival Mundus 2020 prenderà il via lunedì 6 luglio a Reggio con l’inconfondibile suono del sax baritono di Javier Girotto, per chiudersi sabato 29 agosto a Maranello (in provincia di Modena, una delle tre “new entry” di questa edizione insieme a Gombola e Mirandola, sempre nel Modenese) con la straordinaria voce di Karima.

È una novità anche la collaborazione tra Festival Mundus e Trasparenze Festival, organizzato dal Teatro dei Venti di Modena, che si svolgerà rigorosamente all’aperto nel suggestivo borgo di Gombola, frazione di Polinago, sull’Appennino modenese.

Quattro gli appuntamenti proposti nell’ambito del festival con un’anteprima assoluta: venerdì 31 luglio alle 22 Ginevra Di Marco e Francesco Magnelli si raccontano e cantano; alla stessa ora sabato primo agosto sarà la volta de La Toscanini Next Ensemble in “Omaggio a Fellini”, con musiche di Nino Rota e Mascia Foschi voce recitante; venerdì 7 agosto, alle 21.30, Peppe Servillo e Natalio Mangalavite saranno insieme in “Il resto della settimana”; sabato 8 agosto alle 19 e alle 21 – in anteprima assoluta – Iaia Forte incontra Javier Girotto in “Interno familiare”, tratto dai racconti del libro culto di Anna Maria Ortese “Il mare non bagna Napoli”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu