Gas: verso +5% a ottobre, anziché +70%

fornello cucina a gas

Aumento intorno al 5% in arrivo per le bollette del gas di ottobre anziché del 70% come previsto un mese fa.

A dirlo è il presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, interpellato dall’ANSA in vista, giovedì prossimo, della comunicazione della tariffa per le famiglie del mercato tutelato da parte dell’Autorità per l’energia (Arera).

Da questo mese l’aggiornamento tariffario diventa mensile anziché trimestrale e “se l’aggiornamento fosse stato fatto con il vecchio meccanismo a fine settembre avremmo avuto un aumento anche del 200%” rileva Tabarelli.

Da questo mese l’aggiornamento tariffario diventa mensile anziché trimestrale per le famiglie che sono ancora nelle condizioni di tutela (circa 7,3 milioni di clienti domestici, su un totale di 20,4 milioni, il 35,6% circa). “Quella dell’Arera è stata una scelta azzeccata, forzata dal cataclisma che è arrivato dai mercati e dall’esigenza dell’Autorità di intervenire – spiega Tabarelli – Ed è stato anche un colpo di fortuna poiché il caso ha voluto che il nuovo meccanismo entra in vigore proprio mentre c’è il calo” del prezzo del gas. “Se avesse ritardato di un trimestre, dal primo gennaio sulle bollette avremmo avuto una catastrofe – prosegue il presidente di Nomisma energia – Se avessimo lasciato il meccanismo precedente, in vigore dal 2013, avremmo avuto un balzo del 200% ma sarebbe stato deciso a fine settembre come è avvenuto per l’aumento del 59% dell’elettricità. Per il gas l’Arera ha detto ‘Aspettate c’è un nuovo sistema’. Quando hanno fatto la modifica dell’aggiornamento (non più trimestrale) ai primi di ottobre hanno detto che con il nuovo meccanismo ci sarebbe stato un aumento del 70%, perché c’era già un po’ di calo del prezzo del gas. Ma ora ci sono tutti i prezzi fino alla fine di ottobre e stimiamo una variazione del +5%”.



C'è 1 Commento

Partecipa anche tu
  1. paolo

    Ergo, avere un aumento del 5% su di una materia prima che negli ultimi 18 mesi è aumentata di un 600% circa è un qualche cosa di cui andare fieri!!!
    Forse nella testa bacata di chi non considera che le bollette sono insostenibili per le aziende da mesi quando il prezzo era la metà di quello che si paga ora, erano sostenibili per i privati perchè il gas lo si utilizzava soltanto in cucina .
    E’ indecente e penoso che qualcuno si ostini a coprire la speculazione vigliacca e truffaldina in atto da un paio d’anni a questa parte.
    Purtroppo per chi rappresenta enti che dovrebbero informare la cittadinanza non c’è più nè dignità nè senso della vergogna.


Invia un nuovo commento