Festival Aperto. Alla Cavallerizza “The diary of one who disappeared”

festival

Ivo Van Hove, regista tra i più acclamati della scena europea e direttore del prestigioso Toneelgroep Amsterdam, porta in scena, nell’ambito del festival Aperto, sabato 8 dicembre alle 20.30, al Teatro Cavallerizza, The diary of one who disappeared, uno spettacolo di teatro musicale in grado di restituire tutto il mistero e tutta la poesia dell’opera di Leoš Janácek. Uno spettacolo che riprende l’omonima opera in versi scritta dal grande compositore ceco per intrecciarla alla sua biografia.

Nel 1917 Leoš Janácek incontra Kamila Stösslová, in una località di cura. La donna ha quasi quarant’anni meno di lui. Il loro rapporto rimarrà platonico ma Janácek rimarrà ossessionato da lei fino alla sua morte. A testimoniarlo oltre settecento lettere e un’opera (a sua volta ispirata a un poema in versi narrante la storia di un ragazzo follemente innamorato della giovane zingara Zefka) dal titolo Zápisník zmizelého: The Diary of One Who Disappeared. Un lavoro ardente così definito dallo stesso musicista in una lettera alla sua musa: «C’è talmente tanta emozione, così tanto fuoco in questo spettacolo, che se ci toccasse saremmo entrambi ridotti in cenere». A cogliere questa eredità è il regista olandese Ivo Van Hove, un curriculum ricchissimo, che include il musical di David Bowie “Lazarus” e il play “Ossessione” con Jude Law. Alle 22 canzoni per tenore e pianoforte, struttura dell’opera, il regista aggiunge 3 brani per un coro di donne e un mezzosoprano scritti dalla compositrice Annelies Van Parys. Il risultato è un miscuglio di crudeltà e tenerezza capace di trascinarci nel cuore della musica e nell’essenza di ogni discorso amoroso.

Teatro Cavallerizza

Sabato 8 dicembre 2018, ore 20.30

The Diary of one who disappeared
Leoš Janácek, Annelies Van Parys, Ivo van Hove
musica di Leoš Janácek, Annelies Van Parys

Ed Lyon tenore
Marie Hamard mezzosoprano
Lisa Willems soprano (trio)
Trees Beckvé soprano (trio)
Raphaèle Green mezzosoprano (trio)
Lada Valešová pianoforte
Wim van der Grijn attore

regìa Ivo van Hove
scenografia e luci Jan Versweyveld
costumi An D’Huys
drammaturgia Krystian Lada
produzione Muziektheater Transparant



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu