Emilia, resta in vigore l’allerta meteo: e torna il maltempo

allerta_panaro_art

Prosegue l’allerta maltempo in Emilia Romagna ma per tutta la giornata di mercoledì viene ‘declassata’ da rossa ad arancione. Lo ha deciso la protezione civile regionale considerando che le previsioni meteo indicano una pausa nelle piogge ma, contemporaneamente, resta lento il deflusso dei corsi d’acqua. Mercoledì si prevedono piogge deboli in mattinata con locali rovesci più probabili sul settore orientale (fascia costiera e Romagna). La criticità idraulica resta arancione nelle varie zone in cui permangono situazioni critiche nei tratti vallivi dei corsi d’acqua. E le forti piogge dei giorni scorsi, spiega la protezione civile regionale, motivano l’emissione di un codice arancione e giallo per criticità idrogeologica, per la possibilità di frane.

In particolare l’allerta arancione per la piena dei fiumi riguarda la pianura e la costa romagnola, nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e la pianura orientale ed emiliana centrale oltre alla costa ferrarese nelle province di Ferrara, Bologna, Ravenna, Modena, Reggio Emilia e Parma. Previsti freddo e tempo variabile per tutta la settimana. Intanto è previsto ancora freddo e piogge oggi sul Centrosud dell’Italia, mentre giovedì il maltempo si sposterà sul Sud, facendo arrivare un po’ di primavera sul resto del Paese.

Ma venerdì arriverà una nuova perturbazione atlantica sul Centronord, mentre il Sud dovrebbe rimanere al caldo. Sono le previsioni del sito 3bmeteo.com. “Un nuovo impulso freddo dal Nord Europa, l’ennesimo della serie in questo maggio tormentato, punta l’Italia – spiega il meteorologo Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com -. Mercoledì ci attendiamo rovesci e temporali sparsi al Centrosud, con neve sull’Appennino fin sotto i 1500m. Marginalmente coinvolto anche il Nord, con qualche pioggia. Le temperature si manterranno ben al di sotto delle medie del periodo”. “Giovedì ritroveremo piogge e temporali sparsi soprattutto al Sud e sulle adriatiche – prosegue Ferrara -, mentre sul resto del Paese assisteremo a un miglioramento, pur con qualche occasionale acquazzone”. “La colpa di questa instabilità constante – spiega il meteorologo – risiede nell’anomalo posizionamento degli anticicloni, i quali continuano a puntare il Nord Europa, lasciando il Mediterraneo centrale e quindi l’Italia continuamente esposti a irruzioni di aria fredda dalle latitudini polari”. Ma il maltempo tormenterà anche il fine settimana. “Da venerdì al weekend i venti freschi da Nord verranno sostituiti da più miti ma umidi venti atlantici, che porteranno altre piogge e temporali. Il tempo peggiore lo attendiamo al Centronord, in particolare Nordovest e Toscana. Per il Sud e i versanti adriatici si prevedono invece “più sole e netta ripresa delle temperature”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu