Dalla Regione tra i 50 e i 60 milioni di euro in più per garantire la realizzazione della Cispadana

Autostrada Cispadana

La Regione Emilia-Romagna sta intensificando gli sforzi per arrivare nei tempi prestabiliti alla realizzazione della Cispadana, l’autostrada regionale che collegherà l’A22 Autobrennero con l’A13 Bologna-Padova tra i caselli di Reggiolo (in provincia di Reggio) e Ferrara Sud, dopo aver attraversato i territori di 13 comuni nelle province emiliane di Reggio, Modena e Ferrara: lo farà mettendo a disposizione tra i 50 e i 60 milioni di euro di fondi regionali in più per calmierare l’aumento dei prezzi dei materiali, che attualmente sta gravando sul soggetto realizzatore dell’infrastruttura.

Ad annunciare la novità è stato l’assessore regionale alla mobilità e alle infrastrutture Andrea Corsini durante l’ultima seduta dell’assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, rassicurando sul rispetto dei tempi (“non ci saranno grandi ritardi”, ha detto in aula) e sulla realizzazione stessa dell’autostrada (“La Cispadana è opera strategica per il futuro di questa regione”), che di recente era stata messa in dubbio alla luce dell’allarme legato al forte aumento dei costi determinato dall’inflazione.

Oltre ad aumentare lo stanziamento di fondi, la Regione starebbe studiando altre misure per riequilibrare i conti dell’opera, il cui costo sembra essere lievitato a quota 1,7 miliardi: uno sconto sul nuovo costo dell’opera valorizzato con i prezzi aggiornati allo scorso luglio, pari a circa il 17%; l’incremento dell’equity da parte del concessionario di circa altri 150 milioni; il differimento di qualche anno di alcune opere collaterali di adduzione; l’azzeramento del canone di concessione.

La Regione, inoltre, ha scritto una lettera al presidente del consiglio Mario Draghi per chiedere un incontro urgente per accelerare i tempi previsti per la dichiarazione di pubblica utilità dell’opera, atto indispensabile per avviare il project financing e tutte le attività burocratico-amministrative necessarie per la realizzazione dell’infrastruttura, che permetterebbe inoltre il riavvio della Conferenza dei servizi sul progetto definitivo dell’autostrada.

“A chi avanzava dubbi sulla volontà della Regione rispetto alla Cispadana, e adombrava rischi sull’effettiva realizzazione dell’opera a causa dei rialzi dei prezzi, arriva una risposta secca: per noi quest’autostrada è un’arteria viaria fondamentale e ci mettiamo risorse aggiuntive per riequilibrare i conti e vederla realizzata”, ha commentato il consigliere regionale reggiano del Pd Andrea Costa: “Nessun rallentamento, dunque, ma ogni sforzo possibile per dare avvio ai cantieri”.

Soddisfatta anche la lista Bonaccini Presidente, che aveva chiesto alla giunta regionale di fare chiarezza sull’aumento dei costi e sulle tempistiche di inizio dei lavori, e che si è detta “soddisfatta” della risposta dell’assessore Corsini “perché la Cispadana è un’opera importante che va realizzata”.



Non ci sono commenti

Partecipa anche tu