‘Dalla’, un capolavoro 40 anni dopo

dalla3

A quarant’anni dall’uscita, Sony Music (Legacy Recordings) celebra uno dei più grandi artisti della storia della musica italiana con un’esclusiva raccolta, ripubblicando l’album “DALLA – 40th anniversary” in un’edizione limitata rimasterizzata negli Studi Fonoprint di Bologna da Maurizio Biancani, che uscirà venerdì 13 novembre.

Il campionamento digitale del master tape originale fatto a 192khz e 24 bit, ha permesso di recuperare appieno le sonorità originali, non falsate da precedenti interventi.

 

“DALLA – 40th anniversary” è accompagnato da un ricco libretto con interviste, redatto da John Vignola, e con le fotografie esclusive della fotografa Camilla Ferrari, scattate nella città di Bologna e ispirate al disco.
«Mentre ascolto Dalla, mi sento sospesa in un limbo temporale in cui tutto e niente accadono simultaneamente – racconta Camilla Ferrari – dove la notte è protagonista e intesa non solo come assenza di luce, ma anche come metafora di un’emozione. Uno specchio del giorno, in cui Lucio si immerge completamente per creare i propri brani e in cui trova ispirazione per esprimere quella profonda semplicità che il quotidiano riusciva a comunicargli. Ed è proprio dalla notte, dal quotidiano e dalla vita personale di Lucio che è partita la mia esplorazione di Bologna e dei suoi luoghi».

Il cofanetto sarà disponibile in diversi formati:

LP 180gr (2000 copie numerate a mano) che include la stampa di una delle 10 diverse fotografie di Camilla Ferrari su carta speciale fotografica 30×30 numerata a mano (dove per ogni fotografia esisteranno solo 200 esemplari);

LP rimasterizzato 192kHz/24bit e un libretto di 12 pagine;

CD che include il CD rimasterizzato e un libretto di 24 pagine.
Nel frattempo, è già online il video di “Futura” diretto da Giacomo Triglia, che esce nel 31° anniversario della caduta del Muro di Berlino, per rendere omaggio al brano ispirato alla storia di un amore diviso proprio da quel muro

<<Lucio Dalla dichiarò in un’intervista che Futura nacque come una sceneggiatura, poi divenuta canzone: la storia di due amanti, uno di Berlino Est, l’altro di Berlino Ovest, divisi dal muro, che progettano di fare una figlia che si chiamerà Futura. L’intenzione, da subito – racconta il regista del videoclip – sarebbe stata quella di girare a Berlino per raccontare esattamente questa storia; ma ci siamo dovuti fermare per la pandemia.

 

Ripreso in mano il progetto mesi dopo, insieme a Sony, ho scoperto che qualcosa era cambiato nella mia testa: era come se quei due personaggi fossero cresciuti durante il lockdown. Ho immaginato una Futura già grande trasferitasi in Italia in un piccolo paesino di provincia, dove conosce un ragazzo e fanno a loro volta una figlia. La mia storia è narrata dal punto di vista del marito di Futura, ormai vecchio, che decide di tornare nel piccolo paesino dove loro hanno vissuto per rivivere i momenti passati insieme alla moglie ormai scomparsa da tempo; e rivive questi momenti attraverso delle fotografie che gli permettono di viaggiare all’interno della propria memoria, dove un lui un po’ più giovane, ripercorre viaggiando a ritroso nel tempo, tutte le fasi della loro vita, dall’incontro con Futura, la nascita della loro figlia, e la prematura scomparsa della moglie>>.




Non ci sono commenti

Partecipa anche tu